-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 7 novembre 2016

Ftse Mib future in ipervenduto, attesi rimbalzi


Ftse Mib future, i segnali negativi si accumulano. Il Ftse Mib future ha inviato nel corso delle ultime settimane una preoccupante serie di segnali grafici di debolezza, iniziando con la creazione del doppio massimo di area 17380 nella parte finale del mese di ottobre, proseguendo con la violazione della media mobile a 100 giorni e terminando poi il 4 novembre con la discesa, nell'intraday, al di sotto della base del canale crescente disegnato dai minimi di giugno, passante a 16170 punti circa.

Ulteriore aggravante che il calo avviatosi ad ottobre sia stato il risultato del mancato superamento del picco di settembre con il quale l'indice aveva ritracciato il 61,8% circa del ribasso dal top di fine aprile. La mancata rottura di questa percentuale di ritracciamento ricavata dalla successione di Fibonacci costringe a considerare il rialzo visto da giugno come un elemento correttivo, quindi temporaneo, e non una duratura inversione di trend.
La violazione della base del canale moderatamente crescente che parte da giugno, se confermata nelle prossime sedute con prezzi sotto i 16170 punti, sarebbe un ulteriore elemento a in favore di questa ipotesi: un canale (due linee parallele che per un certo periodo contengono le oscillazioni del grafico) come questo ha i tratti caratteristici di un "banner", figura di continuazione della precedente tendenza, nello specifico il ribasso in atto da luglio 2015.

La violazione a 16170 della base del canale rischierebbe quindi di segnalare la ripresa del downtrend che difficilmente potrebbe accontentarsi di un nuovo test dei minimi di giugno a 14990 punti o di quelli di giugno 2013 a 14900 punti ma verosimilmente rischierebbe invece di proseguire almeno fino in area 13000 almeno.
Nel breve un rimbalzo e' probabile, gli indicatori tecnici versano in ipervenduto (RSI a 8 giorni sotto la soglia dei 30 punti), ma solo il ritorno al di sopra della media mobile a 100 giorni a 16590 punti sarebbe un primo indizio positivo. Con la rottura del lato alto del gap ribassista del 2 novembre a 16810 punti si potrebbe poi sperare nel ritorno sulla resistenza critica di area 17380.
(AM)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento