-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 21 novembre 2016

FIB: operatività valida per la giornata


Oscillatori: il RSI scende nuovamente facendo segnare un minimo a dieci giorni ed entrando contestualmente in area di ipervenduto grave, segnalando la possibilità che, a breve, possa verificarsi un rimbalzo o una fase di stallo delle quotazioni; lo Stocastico rimane incrociato al ribasso con la sua media mobile e sotto la sua mediana, avvicinandosi in modo deciso ai valori di ipervenduto lieve ma rimanendo, potenzialmente, in condizione di positività generale da area 16700 circa.
Volumi: flat e possibile segnale per la prossima seduta.

Operatività su base grafica

Il mercato ha chiuso sotto la base (16400 circa) della potenziale area di trading range identificata di recente; un’eventuale apertura sotto 16290/16300 seguita dalla rottura anche sotto area 16150 potrebbe creare qualche opportunità per i ribassisti con primo obiettivo a 16000/16050 almeno.

Da considerare, tuttavia, che tra 16160 e 16245 si colloca anche una fascia limitata di prezzi all’interno della quale, con apertura inside, la situazione potrebbe essere abbastanza confusa e, in tal caso, l’evoluzione andrà valutata principalmente su close oraria e non su base daily.
Potenzialmente positivo, invece, un break rialzista da 16600 punti.

Operatività su base statica

Come atteso, la rottura sotto 16330/16340 ha favorito ulteriori affondi arrivando, praticamente, a lambire l’obiettivo minimo indicato a 16150 (anche minimo di periodo; i minimi intraday si sono fermati a 16160).

Ulteriori livelli inferiori, eventualmente, si rileveranno a 15915 e 15770 punti circa, mentre al rialzo le prime resistenze saranno valide a 16510 e 16740 punti.
Per il medio termine: la situazione rimane identica ormai da diversi mesi dopo la condizione di debolezza generatasi con il break ribassista di conferma anche sotto area 16900 punti (precedenti rotture consolidate sotto 21350 e 19600 punti).
Primo obiettivo a 15800/15900 circa, raggiunto con precisione e, qualora cedesse anche questo livello, a 14800 punti circa.

Operatività su base dinamica

La fascia di prezzi indicata tra 16160 e 16290 è stata centrata con precisione dai minimi intraday e, soprattutto, per buona parte della seduta il mercato ha quotato proprio all’interno dell’area stessa, a denotarne l’importanza per il brevissimo termine.

rimane l’area di riferimento per il primo supporto di breve termine, livello sfiorato durante l’ultima seduta (16295 i minimi intraday). Per la prossima seduta: un’apertura sopra 16340/16350 ed eventuale tenuta dell’ultimo minimo intraday potrebbe favorire, almeno, una fase di stallo o leggeri recuperi.

Trend presunto di breve termine e operatività su base ciclica

Trend grafico di brevissimo termine: flat; supporto a 16160 (perfettamente centrato) e resistenza a 16555.
Trend di breve termine: flat; supporto a 16160 e resistenza a 17035.
Ciclico-prezzi: il Minor-Trend è flat e il mercato ha chiuso ora sotto il primo supporto intermedio in area 16500.

Main-trend flat. 
Autore: Marco Benzoni Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento