-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 3 novembre 2016

Elezioni Usa: se vince Trump shock peggiore di quello Brexit


A meno di una settimana dalle elezioni presidenziali americana, l'attenzione dei mercati azionari e più in generale finanziari, è tutta rivolta a questo appuntamento chiave che potrebbe cambiare lo scenario lo scenario globale dei vari asset, rischiosi e non.

Trump sale nei sondaggi.
Clinton affossata dall'FBI

Nelle ultime giornate le Borse sono state scosse dalle indicazioni degli ultimi sondaggi che hanno segnalato come più probabile una vittoria del candidato repubblicano rispetto al suo avversario democratico. 
Donald Trump per la prima volta da maggio scorso ha superato la sua rivale Hillary Clinton, il cui precedente vantaggio ha subito un duro contraccolpo dopo la riapertura dell'indagine dell'FBI sulle email dell'ex Segretario di Stato.
Di fatto al momento si profila un duro e spietato testa a testa tra i due candidati alla presidenza della Casa Bianca, ma i mercati hanno iniziato a prezzare il rischio di una vittoria di Donald Trump, un'ipotesi che sembra preoccupare e non poco gli investitori.

Con vittoria Trump si avrà un impatto più forte di quello della Brexit

Alcuni analisti affermano che i mercati debbano prepararsi ad una sorta di salto nel buio rappresentato proprio da un eventuale trionfo di Trump, visto che l'impatto in tal caso potrebbe essere addirittura peggiore di quello avuto dopo il voto sulla Brexit dei mesi scorsi.
Secondo il vice presidente market research di FXTM, i mercati non avevano ancora prezzato la ragionevole chance di Trump di vincere le elezioni.

Qualora questo scenario si materializzasse, si ripeterebbe una storia simile a quella già vissuta in occasione del voto sulla Brexit. A detta di Jameel Ahmad la reazione dei mercati potrebbe essere anche più forte e questo potrebbe indurre gli investitori a coprirsi anche nelle prossime giornate in modo da ridurre i rischi.

L'esperto segnala che una trionfo di Trump vedrà tra i vincitori l'oro e lo yen e forse anche la sterlina, mentre i perdenti saranno l'azionario, il peso messicano e probabilmente anche il petrolio.

Forte avversione al rischio con Trump presidente

Quel che è certo è che un'ascesa del candidato repubblicano alla Casa Bianca avrà l'effetto di determinare una forte avversione al rischio, come anticipato dal sell-off cui abbiamo assistito nelle ultime giornate.


Ne è convinto anche il CEO e fondatore di Sun Global Investments, secondo cui una vittoria di Trump porterà ad una fase risk-off sui mercati, tutta a vantaggio dei beni rifugio a partire dall'oro. 
A detta dell'esperto le posizioni del candidato repubblicano in merito al commercio internazionale sono maggiormente preoccupanti e avrebbero dei risvolti negativi per la crescita globale.
Le proposte della Clinton sembrano invece l'alternativa più stabile per gli Stati Uniti e di conseguenza per la congiuntura mondiale.

Le ripercussioni sulla politica monetaria della Fed

Da non dimenticare infine che se Trump avrà la meglio sulla Clinton, aumenterà l'incertezza sulla politica monetaria della Fed.

Le turbolenze che si avrebbero sui mercati renderebbero meno probabile un rialzo dei tassi di interesse Usa prima di fine anno. Un percorso meno lineare e definito da parte della Banca Centrale americana rischierebbe di aumentare l'incertezza e il nervosismo degli investitori, alimentando una spirale negativa i cui effetti sono poco misurabili al momento. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento