-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 18 novembre 2016

Dollaro e Wall Street sui top: quali titoli seguire a Milano?

Di (KSE: 003160.KS - notizie) seguito riportiamo l’intervista realizzata a Pietro Origlia con domande sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari.
L'indice Ftse Mib continua a mostrare una maggiore debolezza relativa rispetto alle altre Borse europee. La tendenza in atto è destinata a proseguire? Quali sono le sue attese nel breve?
Se a distanza di dieci giorni dall'elezione di Trump continua la corsa sia del DOLLARO (massimi del 2016 nei confronti delle principali valute) che di Wall Street (col DJ che tocca i nuovi top di sempre), di segno opposto è la situazione che si vive nel Vecchio Continente.
Il DAX manca l'importante break dei 10800 punti, livello chiave per proseguire il recupero, ma è sopratutto Piazza Affari che inizia a "ballare" pericolosamente man mano che si avvicina la data del Referendum Costituzionale, diventato un evento di importanza superiore alla Brexit.
E che il nostro Paese sia tornato ad essere al centro della speculazione si può notare anche dallo SPREAD balzato sui massimi degli ultimi 2 anni con un decennale oramai sopra la soglia del 2%.
In questo clima di incertezza a pagare dazio sono sopratutto le banche i cui titoli continuano ad uscire da alcuni importanti portafogli istituzionali, spingendo al ribasso il FTSE Mib, tornato nella giornata di ieri a testare la trendline rialzista che parte dai minimi del Giugno 2016.
Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) breve importante sarà ora la tenuta di questi livelli per evitare possibili nuovi affondi in direzione degli importanti supporti e parte bassa del rettangolo in atto da diversi mesi sulla soglia dei 16mila punti.
Al rialzo primi segnali positivi arriveranno solo con il ritorno stabile dei prezzi sopra l'area dei 17mila punti.
Nella seduta di ieri Banca Popolare di Milano (Milano: PMI.MI - notizie) e Banco Popolare (Amsterdam: PB8.AS - notizie) sono stati i due temi più bersagliati dalle vendite tra i bancari. Quali strategie ci può suggerire per questi due titoli?
Trend ribassista per il BANCO POPOLARE che sotto i 2 euro andrebbe a rivedere in prima battuta gli 1,9 e a seguire 1.75-1.80 euro. Al rialzo primi segnali positivi oltre area 2.35 euro.
Situazione analoga anche per BANCA POPOLARE DI MILANO arrivata sui minimi degli ultimi anni posti in area 0.31-0.3150, dove è atteso un rimbalzo dei prezzi in direzione delle prime resistenze situate nei pressi degli 0.37 euro.
Nel settore del lusso ieri Luxottica (Milano: LUX.MI - notizie) ha messo a segno un bel rally, mentre ha tentato un primo recupero Salvatore Ferragamo (Londra: 0P52.L - notizie) . Come valuta l'attuale impostazione di questi due titoli?
Prosegue il recupero innescatosi nel mese di Ottobre per LUXOTTICA che con il superamente dei 49.50-50 euro avrebbe un primo target in area 54 euro.
I pessimi conti presentati da SALVATORE FERRAGAMO hanno avuto un impatto pesante sui corsi del titolo tornato nei pressi dei 20 euro che rappresentano l'ultimo baluardo per evitare nuove vendite.
Fca è riuscito a mantenersi appena sopra i 7 euro ieri, mentre Exor si è fermato ad un passo dall'area dei 38 euro. Valuterebbe un acquisto di questi due titoli sui livelli attuali?
Situazione interessante per FCA che oltre i 7.15 euro avrebbe un primo target sui 7.30 e a seguire 7.75-7.80 euro. Su debolezza da monitorare l'eventuale ritorno nei pressi dei 6.70 euro.
Trend rialzista per EXOR che oltre i 39 euro invierebbe un importante segnale di forza con estensione degli acquisti fin verso i 42.42.50 euro.
In caso di recuperi del mercato, quali sono i titoli che potrebbero fare meglio nel breve? A quali consiglia di guardare ora?
Tra i titoli impostati al rialzo segnalo STM con il superamento degli 8.70 euro, MAIRE TECNIMONT che con la conferma dei 2.40 avrebbe un primo target sui 2.70 euro ed infine SARAS con il superamento delle forti resistenze poste sugli 1.60 euro.

Buon trading
Per abbonarsi ai nostri segnali operativi clicca qui
Per il portafoglio ETF clicca qui
Per il portafoglio Mid Cap clicca qui
Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento