-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 8 novembre 2016

Dividendo 4,6% e target +75% per un leader farmaceutico

Approfittando del recente annuncio di incremento del dividendo e dei prezzi scontati in borsa, nel report di oggi analizziamo una importante società farmaceutica Usa con un rating BUY da parte di 20 analisti internazionali ed elevati potenziali di crescita per i prossimi anni. Nella seconda parte, riservata al portafoglio ETF, dedichiamo ampio spazio ad un nuovo fondo azionario in dollari a cedola trimestrale che investe in un ristretto paniere di titoli ad alto dividendo e rischio più contenuto. La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da una maggiore debolezza dei principali mercati azionari internazionali, sulla scia delle incertezze per l'esito del voto negli Stati Uniti e sui timori di un possibile rialzo dei tassi da parte della Fed a dicembre. L'indice S&P500 ha chiuso venerdì scorso a 2.085,18 punti, in ribasso dell'1,9% nelle ultime cinque sedute. Come già sottolineato nei giorni scorsi, la flessione contrasta con i risultati macroeconomici americani, tutti positivi.
In particolare, la crescita trimestrale del Pil è raddoppiata a +2,9%, l'indice manifatturiero è cresciuto ad ottobre da 49,4 a 51,5, l'indice dei servizi è cresciuto da 51,4 a 57,1 e gli utili aziendali del terzo trimestre hanno registrato il miglior risultato degli ultimi due anni. A questo proposito vale la pena di ricordare la celebre definizione del comportamento della borsa scritta molti anni fa da Benjamin Graham, considerato da sempre come uno dei maggiori esperti di mercati azionari e maestro di Warren Buffett. Graham dichiarava: "Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) breve termine il mercato azionario è una "voting machine" ovvero una macchina che vota, mentre nel lungo termine è una "weighing machine" ovvero una macchina che pesa. Nel breve termine i prezzi sono guidati in misura maggiore dalle percezioni e dalle sensazioni degli investitori rispetto all'andamento reale del business, mentre nel lungo termine ciò che conta è la performance effettiva del business. Qualora gli utili per azione di una società dovessero quadruplicare nei prossimi dieci anni, è molto probabile che anche il prezzo di borsa si comporti nello stesso modo. Da qui, l'importanza di investire su società solide, con lunghi track record di crescite di utili e dividendi.
In questo contesto, nonostante la flessione degli indici azionari Usa delle ultime sedute, abbiamo registrato elevati flussi di dividendi in entrata per i nostri portafogli, a conferma dell'importanza dei dividendi nella composizione delle performance totali in borsa nel medio termine. Come abbiamo più volte evidenziato, i dividendi costituiscono denaro contante che entra in cassa tutti i mesi dell'anno e sono caratterizzati da maggiore stabilità, come parte degli utili distribuiti dalle aziende ai propri soci. In particolare, per il modello Top Analisti, abbiamo incassato in ottobre un totale di 18 cedole, per un controvalore pari a 3.230 dollari, portando il totale complessivo dei dividendi a 45.707 dollari percepiti negli ultimi 12 mesi (novembre 2015 - ottobre 2016), in costante aumento dai 28.771 dollari incassati nel 2010. Negli ultimi 6 anni la rendita complessiva generata dal nostro portafoglio è cresciuta del 59%, senza apporti di nuova liquidità e reinvestendo esclusivamente i dividendi percepiti. L'aumento della rendita ha evidenziato un andamento costante, con crescite stabili indipendentemente dalle oscillazioni di breve termine degli indici azionari. Dopo questi incrementi, il nostro rendimento sui prezzi di carico (yield on cost) è attestato ora al 6,6% annuo e al 4% sulle attuali quotazioni di borsa.
In questi anni, abbiamo interamente reinvestito tutte le rendite percepite in nuove società ad elevato dividendo per sfruttare il potente effetto leva generato dall'interesse composto. Qualora la tendenza di crescita della rendita cumulativa ottenuta dal portafoglio dovesse proseguire con lo stesso trend registrato negli ultimi 6 anni, potremmo raggiungere l'obiettivo di una rendita su prezzi di costo vicina al 10% annuo tra il 2020 e il 2021.
Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nel servizio online.
Top Analisti - Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di oltre 25 tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 titoli, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata chiaramente la percentuale di investimento suggerita per ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.
Dividendo 4,6% e target +75% per un leader mondiale nel settore farmaceutico 
Principali motivazioni di acquisto:
  • Lo scorso 28 ottobre la società ha annunciato un forte incremento del 12,3% del dividendo trimestrale, portando la redditività del titolo al 4,6% sugli attuali prezzi di borsa
  • Il dividendo è cresciuto del 60% negli ultimi 3 anni
  • Price earning pari a sole 10,2 volte gli utili
  • Prezzi attuali del titolo inferiori del 19% rispetto ai massimi di luglio dello scorso anno
Rating BUY (2,4) da 20 analisti internazionali La società opera in un settore storicamente più difensivo
Descrizione del business: Fondata nel 2012 ed oltre 28.000 dipendenti la società opera in 170 paesi del mondo nel settore biofarmaceutico, con una vasta gamma di farmaci di ultima generazione, in grado di aiutare le persone a gestire alcune delle più gravi malattie, quali artrite reumatoide, epatite C, psoriasi, morbo di Crohn e per la cura di patologie in settori quali immunologia, oncologia, malattie renali croniche e salute delle donne.
Trend storico degli utili e previsioni: Negli ultimi anni la società ha incrementato gli utili ad un tasso pari a +18,5%. Per i prossimi 5 anni gli analisti stimano una crescita annua composta degli utili pari al 14,9% annuo.
Multipli di borsa: Il price earning attuale del titolo è pari a sole 10,2 volte gli utili attesi per il 2017. La capitalizzazione attuale è pari a 93 miliardi, con un rapporto prezzo/ricavi pari a 3,6 volte.
Performance in borsa: Dal 1 gennaio 2013 ad oggi il titolo ha messo a segno un rendimento complessivo pari a +60%, superando di quasi venti punti percentuali l’indice S&P500 nello stesso periodo.
Giudizio degli analisti e valutazioni: Il giudizio medio dei 20 analisti e broker che seguono il titolo è pari a 2,4 su una scala da 1 a 5 ( 1= Strong Buy, 2=Buy, 3=Hold, 4=Moderate Sell, 5=Sell), con un target medio per i prossimi 12 mesi pari a +24% dai livelli attuali. In aggiunta, gli analisti di Morningstar (NasdaqGS: MORN - notizie) hanno assegnato al titolo un rating di quattro stelle, con un potenziale di +75% dai livelli indicati per la vendita.
Movimenti per il portafoglio Top Analisti: Su queste basi, abbiamo dedicato a questo investimento una quota pari al 2% del portafoglio, con un controvalore pari a 410 azioni. Comprare in data di oggi il titolo fino a portarsi sulla percentuale suggerita.
ETF Italia – Questo particolare portafoglio è composto esclusivamente da oltre 20 tra ETF e fondi chiusi, tutti quotati sulla borsa di Milano e facilmente negoziabili con qualsiasi banca o intermediario di trading online. Con oltre 40 cedole distribuite ogni anno ai partecipanti e operazioni di trading limitate, il portafoglio ETF Italia costituisce un potente e comodo strumento in grado di abbinare una rendita annua crescente a potenziali incrementi del capitale investito nel medio lungo termine, con una composizione bilanciata di azioni, obbligazioni, fondi immobiliari, materie prime e metalli preziosi. La facilità di utilizzo dello strumento ETF permette di costruire portafogli fortemente diversificati anche con piccole disponibilità, puntando su aree del mondo in forte crescita o su comparti specifici difficilmente raggiungibili con investimenti diretti. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata chiaramente la percentuale di investimento suggerita per ogni ETF. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni ETF con la stessa proporzione suggerita nel modello.
Nuovo ETF azionario Usa ad elevato dividendo trimestrale e basso rischio
Alla vigilia dei risultati elettorali negli Stati Uniti torniamo a focalizzare la nostra attenzione sul mercato azionario Usa, privilegiando un particolare ETF a cedola trimestrale che si propone di ottenere performance superiori al mercato investendo in un ristretto paniere di titoli a ridotta volatilità capaci di contenere o ridurre i rischi collegati con gli andamenti di breve termine degli indici. Il nuovo ETF di cui parliamo oggi rientra nella categoria dei fondi definiti intelligenti, ovvero a gestione passiva mirata a replicare degli indici particolari che hanno l'obiettivo di battere i benchmark tradizionali. Verificando le performance storiche di questo ETF, si nota che il fondo ha puntualmente ra Autore: Paolo Crociato Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento