-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 28 novembre 2016

Difendersi dal rialzo dei tassi

Lo scenario dei tassi a livello mondiale è rapidamente cambiato negli ultimi mesi.
A fine agosto avevamo parlato in generale di tassi e del potenziale rialzo dei rendimenti dei decennali di riferimento, che si stavano “scaldando” in vista di una serie di eventi politici ed economici che si avvicinavano con l’autunno.
Le nostre previsioni sull’andamento e sulla velocità di recupero dei rendimenti si sono rivelate corrette, il mercato si è trovato ad affrontare uno scenario nuovo e si è rapidamente adeguato, come si vede dai grafici riportati di seguito relativi ai rendimenti decennali USA, Germania e Giappone.
La strategia suggerita sul rialzo dei tassi attraverso l’ETF Amundi Short Daily EuroMTS Investment Grade Broad All Maturities ha dato un contributo positivo.
A seguito dei movimenti sui tassi visti nelle ultime settimane possiamo fare qualche considerazione:
  • Il successo di Trump nelle elezioni presidenziali Americane ha creato grandi aspettative di inflazione tra gli investitori, favorendo le vendite sui bond e gli acquisti alcuni settori azionari. Il T-Note (Stoccolma: NOTE.ST - notizie) ha rotto a rialzo la soglia del 2% ritornando a quotare ai livelli dello scorso anno. L’America è quindi pronta ad un rialzo dei tassi che ormai è certo e già scontato sia nella valuta che nei prezzi dei bond e questo trend è possibile che continui anche nei primi mesi del prossimo anno.
  • La velocità con cui salgono i tassi è alta, molto maggiore di quando scendono, questo perché al primo segnale di inversione gli investitori si liberano velocemente di ciò che è in guadagno e ha rendimenti prossimi allo zero.
La BCE si trova in una posizione difficile, soprattutto al suo interno aumento le divergenze tra falchi e colombe. Da un lato c’è il mercato che comincia a prezzare una ripresa dell’inflazione e i falchi ne vengono contagiati e in parte intimoriti. Dall’altra ci sono i dati macro che smentiscono questo scenario, mantenendo il punto sull’attuale politica monetaria. A nostro giudizio la politica futura è sempre meno scontata e il preavviso sulle future mosse sarà sempre più breve. La situazione politica italiana è prossima a una prova importante, quella del referendum costituzionale in programma per domenica 4 dicembre. Impossibile fare previsioni, tuttavia la volatilità tenderà ad aumentare e in caso di vittoria del NO i titoli di Stato Italiani potrebbero subire forti perdite dovute a un aumento del rischio credito. In caso di vittoria del SI invece difficilmente si potrebbe assistere a grandi recuperi dei corsi perché verrebbe meno il rischio credito ma non quello più generale legato ai tassi.
Tutto questo ci induce ancora una volta alla prudenza visto il notevole aumento del rischio tassi. A livello di bond suggeriamo quindi di ridurre la duration media di portafoglio anche solamente mantenendo lo strumento visto sopra.
Per quanto riguarda i titoli di Stato italiani il suggerimento è di ridurre l’esposizione a causa della somma dei due elementi di rischio rappresentati dai tassi crescenti e dal credito. Un modo per ridurre l’esposizione senza vendere i titoli è quello di mettere in piedi una copertura con uno strumento short in grado di assorbire le oscillazioni negative dei titoli. Lo strumento migliore per un investitore retail è l’ETF strutturato Lyxor Ucits Etf Daily Double Short Btp (FR0011023621) quotato su Borsa Italiana che replica sinteticamente in leva 2 la performance inversa giornaliera del BTP future a prossima scadenza.
Ricordiamo infine che le coperture per essere efficienti devono essere adottate per intervalli di tempo brevi (1-3 mesi) e che gli strumenti short e a leva sono molto complessi, pertanto ciascun investitore dovrà soppesare l’opportunità di esporsi a questo investimento ad alto rischio in base alla propria tolleranza al rischio e al suo orizzonte temporale, e sempre all’interno di una ampia diversificazione di portafoglio.
Gianni Lupotto
ALFA Consulenza Finanziaria
Autore: ItForum Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento