-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 11 novembre 2016

Dax e Ftse Mib: i monitoraggi in corso dopo il primo recupero

Le giravolte in reazione alle presidenziali Usa hanno avvicinato i prezzi dell’indice tedesco ai massimi relativi del 24 e 25 ottobre, mentre il recupero del Ftse Mib si è fermato ad una certa distanza rispetto ai massimi relativi del 25 e 27 ottobre.
Rispetto alla segnaletica rialzista (in quadro giornaliero) che è stata riagguantata dai due indici, ieri si è già entrati in fase di monitoraggio per il mantenimento o meno della stessa, a riprova di come la situazione sia da ritenersi significativamente fluida rispetto alle  intenzioni direzionali delle due piazze borsistiche.
Andiamo ad aggiornare il punto rispetto al quadro giornaliero dei due indici, riservando l’aggiornamento del quadro settimanale in base alle evidenze che saranno fornite in chiusura di ottava.

FTSE MIB

L’ultima indicazione direzionale nel quadro giornaliero del Ftse Mib l’abbiamo rilevata con il Modello di InverTrend rialzista in chiusura di seduta di mercoledì 9 novembre (A,B,C nell’immagine) con protezione a 16220 (vedi report precedente).

E’ la dinamica di ieri, racchiusa dalla candela di seduta ultima che è stata rilasciata, a riaprire a stretto giro − è il caso di dire – un monitoraggio per il mantenimento o ravvedimento rispetto all’ipotesi rialzista, sempre inerente al quadro giornaliero.
La combinazione delle candele delle sedute di martedì 8, mercoledì 9 e di ieri (giovedì 10) individuano un Modello speculare a quello rialzista entrato in funzione mercoledì 9.
Niente di definitivo, per ora, quello che è attivo da stamane, è un monitoraggio sulle chiusure intraday (sulle 4 ore) per verificare se si rilevi una certa perdita di “tenuta” (se si registri, cioè, un momentum negativo) che sia funzionale all’entrata in servizio dell’InverTrend di debolezza (a,b,c nell’immagine sotto), che per ora resta dunque solo in ipotesi di implementazione.
Tale monitoraggio si protrarrà per tutto il tempo in cui i corsi del Ftse Mib si mantengano al di sotto di area 16975 (massimo allungo di ieri).
Al di là dei dettagli tecnici che regolano il monitoraggio della fase contingente, rimane il dato finale di una situazione significativamente fluida, la cui spia è data dalla comparsa di Modelli direzionali antagonisti a distanza di poco tempo l’uno dall’atro.
D’altra parte, allargando un po’ lo sguardo grafico, non sfugge la più immediata delle considerazioni, quella in cui il Ftse Mib prosegue imbrigliato nella fascia di oscillazione che ormai da numerose settimane contiene istanze direzionali di più ampio respiro.
Indice FTSE MIB: grafico giornaliero (con Trend/segnale in corso) e  momentum intraday a 4 ore − fonte grafico: Visual Trader

DAX 

Il Dax ha rilevato maggiore convinzione nell’organizzare la nuova proposta rialzista in cui si è iscritta la reazione alle presidenziali Usa.
L’esplorazione rialzista , ieri, ha riportato ieri l’indice a perlustrare area 10790, non distante da quell’area – tra 10820 e 10827 – che il 24 e 25 ottobre ha fatto registrare dei massimi di periodo.
Nello scorso report abbiamo commentato i termini di valutazione dell’incursione ribassista dell’indice in area 10200.

Proprio come per il Ftse Mib, l’aggiornamento odierno porta in dote la fase di monitoraggio che si è aperta  − da ieri sera in chiusura − sul Dax per il mantenimento o meno dell’indicazione rialzista a cui è comunque confluita la lettura operativa del quadro giornaliero dell’indice tedesco, con protezione sul distante 10170.
L’attenzione adesso si rivolge all’osservazione del momentum (stiamo parlando del momentum dell’analisi Candle Model) intraday (a 4 ore) del Dax, che, nel caso rilevi una perdita di tono ed il decadimento al di sotto dei livelli dinamici che fungono da crinale per il suo orientamento (riquadro a destra nell’immagine sotto) archivierebbero l’ipotesi rialzista giornaliera, che solo sopra 10795 si affaccerebbe nuovamente.
Una attenzione dunque alla dinamica intraday a questo punto, da mantenersi sin tanto si resti al di sotto dei 10795, al fine di intercettare l’eventuale cambio di intenzione direzionale giornaliera dell’indice tedesco, stante il fatto che senza indizi in tal senso la lettura operativa prosegue in itinere di proposta rialzista, nei parametri inizialmente riferiti.
 
Indice DAX: grafico giornaliero (con Trend/segnale in corso) e  momentum intraday a 4 ore − fonte grafico: Visual Trader
Autore: Giacomo Moglie Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento