-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 3 novembre 2016

Borsa e Finanza: Titoli e temi in movimento


Petrolio: chiusura in forte calo ieri per le quotazioni dell'oro nero che si sono fermate a 45,34 dollari, in flessione del 2,93%.
Giappone: la piazza azionaria giapponese oggi è rimasta chiusa per festività e tornerà agli scambi domani. 

Wall Street: nuova conclusione negativa ieri per la piazza azionaria americana dove i tre indici principali hanno terminato gli scambi in rosso.
Il Dow Jones e l'S&P500 sono scesi rispettivamente dello 0,43% e dello 0,65%, mentre il Nasdaq Composite si è fermato a 5.105,57 punti, in flessione dello 0,93%.
Dati Macro ed Eventi Usa: si guarderà alle nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero calare leggermente da 258mila a 256mila unità.

Per il dato preliminare della produttività non agricola del terzo trimestre si prevede una variazione positiva dell'1,3% rispetto al calo dello 0,6% precedente, mentre per il dato preliminare del costo unitario del lavoro, sempre con riferimento al terzo trimestre, si stima un rialzo del 2,5% rispetto al 4,3% precedente.
In agenda il dato finale dell'indice PMI servizi di ottobre, mentre l'indice ISM servizi di ottobre è atteso in calo da 57,1 a 56 punti.
Per gli ordini alle imprese di settembre le stime parlano di una variazione positiva dello 0,5% rispetto allo 0,2% precedente.
Risultati trimestrali Usa: a mercati chiusi si guarderà ai conti degli ultimi tre mesi di Starbucks e di Motorola per i quali si prevede un utile per azione pari rispettivamente a 0,55 e a 1,21 dollari.
Dati Macro ed Eventi Europa: si conoscerà il tasso di disoccupazione che a settembre dovrebbe confermare la rilevazione precedente al 10,1%.

In mattinata è prevista la pubblicazione del Bollettino mensile della BCE, mentre in tarda mattinata la Bank 0f England annuncerà la sua decisione sui tassi di interesse che dovrebbero rimanere invariati allo 0,25%.
Risultati societari a Piazza Affari: saranno chiamati alla prova dei conti Leonardo-Finmeccanica e Tenaris, oltre ad alcune società a piccola e media capitalizzazione e si tratta di: Dea Capital, EI Tower, Reno de Medici e Agronomia.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento