-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 7 novembre 2016

Aumentano le chance di vittoria della Clinton. Borse pimpanti


La nuova settimana è partita con il piede giusto per la piazza azionaria nipponica che dopo due sedute consecutive al ribasso ha ripreso con decisione la via dei guadagni. L'indice Nikkei 225 è salito dell'1,61%, sostenuto dalle notizie arrivate dagli Stati Uniti, con particolare riferimento all'indagine dell'FBI sulle email della Clinton messe sotto osservazione nei giorni scorso.
Di fatto non è stato riscontrata alcuna irregolarità e non è emerso nulla di illegale e questo ha riportato in pista la candidata democratica, con il mercato che è tornato a scommettere su una vittoria della Clinton, visto che i sondaggi peraltro segnalano ancora un vantaggio della stessa rispetto al rivale Trump.
Le ultime notizie dagli Stati Uniti spingono in avanti anche le Borse europee che vedono il Ftse100 in salita dell'1,41%, preceduto dal Dax30 e dal Cac40 che si apprezzano rispettivamente dell'1,62% e dell'1,67%.


Sul fronte macro in Europa è stato diffuso l'aggiornamento relativo alle vendite al dettaglio che a settembre sono scese dello 0,2%, in peggioramento rispetto al calo dello 0,1% precedente, ma meglio delle attese che parlavano di un ribasso dello 0,3%.
Balzo in avanti per l'indice Sentix che a novembre è salito da 8,5 a 13,1 punti, sui massimi da dicembre scorso, a fronte della previsione di un rialzo decisamente meno marcato a 8,7 punti.

In Germania invece sono stati diffusi gli ordini alle fabbriche che a settembre hanno mostrato un calo dello 0,6% rispetto alla lettura precedente rivista da +1% a +0,9%, mentre la scommessa degli analisti era per un incremento dello 0,3%.
In positivo anche Piazza Affari che corre più degli altri mercati con il Ftse Mib poco oltre i 16.650 punti in salita del 2,11%.


Tra le blue chips in controtendenza troviamo Snam che lascia sul parterre quasi il 14% complice l'effetto tecnico legato allo spin-off di Italgas che oggi ha fatto il suo ritorno a Piazza Affari.
Incertezza nel settore lusso con Moncler in calo dello 0,87%, seguito da Luxottica che cede lo 0,17%, mentre YNap mostra un frazionale ribasso dello 0,04%, diversamente da Salvatore Ferragamo che sale dello 0,84%.
Nel settore bancario stona Banca Popolare di Milano che cede lo 0,27%, mentre Banco Popolare si mantiene sui livelli del close di venerdì scorso.

In rialzo di oltre il 2% Ubi Banca, preceduto da Banca Popolare dell'Emilia Romagna che mostra un rally del 3%.
Riesce a fare ancora meglio Intesa Sanpaolo con un progresso del 3,5% sulla scia della trimestrale diffusa venerdì scorso, mentre Mediobanca e Unicredit avanzano del 3,62% e del 3,67%, preceduto da Banca Monte Paschi che sfoggia un rally di oltre il 13%.
Stando alle ultime indiscrezioni il fondo sovrano del Qatar potrebbe intervenire come anchor investor.
Corre Ferrari con un vantaggio di oltre il 5% dopo la diffusione della trimestrale tra le blue chips più gettonate dagli acquisti troviamo anche Fca che avanza del 3,91%. 

Per oggi non sono previsti dati macro di rilievo in America.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento