-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 25 novembre 2016

Aumenta l’attesa in vista del referendum italiano

I bond governativi tedeschi questa mattina stanno segnano un nuovo minimo nei rendimenti accingendosi cosi a registrare le due settimane consecutive di deprezzamento più forte  degli ultimi tre anni. Tale dinamica, nonostante sia in gran parte causata dagli enormi acquisti della Banca Centrale Europea attraverso il Quantitative Easing, dimostra comunque come via sia una forte domanda tra gli assets valutati come meno rischiosi.
Lo Schatz, il debito governativo tedesco a 2 anni, viene spesso utilizzato come collaterale nelle operazioni effettuate nel money market (dove cioè vengono scambiate le scadenze più brevi) e anche in virtù di questo nelle ultime settimane la sua richiesta è aumentata e il rendimento calato.

Questa mattina lo Schatz si è deprezzato di 2,5 basis point portando il suo yield in negativo dello 0,76%.  Va comunque sottolineato come in attesa del referendum italiano, che dopo Brexit ed elezioni americane è visto come il terzo elemento di rischio di quest’anno, tutti gli assets ritenuti più sicuri stiano attirando capitali, non solamente il debito tedesco.
Nel frattempo, sul fronte valutario, il Dollaro americano si è spinto nella notte ai massimi degli ultimi 8 mesi nei confronti dello Yen prima di incontrare forte vendite alla soglia di 114 che nel giro di pochissime ore lo hanno portato all'attuale quotazione di 112.97.

 D’altra parte che, su questo cambio in particolare, debba arrivare una fase di ritracciamento appare sempre più probabile considerando che a partire dai minimi toccati il 9 novembre in area 101 la quotazione è poi  salita pressoché senza sosta fino a toccare i massimi di questa notte a 114.
Che prima o poi qualcuno inizia a prendere profitto è un ipotesi che si fa ogni giorno più concreta.
Con la sessione odierna si va a concludere questa settimana che, come ipotizzato lunedì, è  scivolata senza particolare volatilità sui vari mercati. Da segnalare solamente che alle 10:30 di questa mattina l’Office for National Statistics inglese pubblicherà i dati relativi al prodotto interno lordo del terzo trimestre (seconda pubblicazione) atteso stabile allo 0,5%.
Autore: Bonetti Financial Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento