-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 7 novembre 2016

Attività mondiale in accelerazione


Riportiamo il "Macro Weekly", la settimana dei mercati a cura della divisione Ricerca e Investimenti di Cassa Lombarda con un commento che evidenzia i principali segnali emersi dai dati usciti settimana scorsa e i possibili "market mover" per questa se‎ttimana.

Eurozona: “crescita terzo trimestre stabile; quarto trimestre iniziato in accelerazione”

Il Cpi globale è marginalmente aumentato e quello core è rimasto stabile a livelli bassi e insoddisfacenti.

Il Pil del terzo trimestre ha mantenuto il passo di crescita del secondo. Il Pmi Manifatturiero nel suo rilascio finale ha sostanzialmente confermato la buona accelerazione indicata dal dato flash, mentre il Pmi Servizi ha leggermente decelerato confermandosi, tuttavia, in area espansiva e in crescita rispetto a settembre.
Il tasso di disoccupazione è rimasto invariato rispetto al mese precedente rivisto, però, in meglio. Si è ridotto il tasso tendenziale di deflazione dei Ppi.  In settimana si attendono: fiducia degli investitori in rialzo e vendite al dettaglio in calo. Attesi anche i discorsi di: Vitor Constancio, vicepresidente della Bce, e Sabine Lautenschlaeger, membro del Comitato Esecutivo della Bce, oggi lunedì 7 novembre; Peter Praet e Benoît Coeure, membri del Comitato Esecutivo della Bce, e Danièle Nouy, presidente del Consiglio di vigilanza della Bce, mercoledì 9; di nuovo Constancio e Yves Mersch, membro del Comitato Esecutivo della Bce, giovedì 10.

I ministri delle finanze Eurozona si incontrano oggi lunedì 7 novembre, mentre domani martedì 8 toccherà a quelli dell’Unione Europea.

Stati Uniti: “Fed ferma ma propensa al rialzo per dicembre”

Crescita accelerata per reddito e spesa personale, mentre il deflatore dei prezzi rimane invariato con crescita bassa.
La produttività trimestrale non agricola è cresciuta, facendo decelerare la crescita del costo per unità di lavoro. Gli indici dell’attività manifatturiera hanno dato segnali misti con Chicago e Ism Servizi espansivi ma deceleranti, Dallas e New York in calo, ma i Pmi Manifatturiero e Servizi nel loro rilascio finale hanno sostanzialmente confermato la buona accelerazione espansiva indicata dal dato flash.

Anche l’Ism Manifatturiero in marginale rialzo espansivo. Si è contratta, invece, la spesa per l’edilizia, come anche l’erogazione dei mutui. Il mercato del lavoro si è confermato tonico nelle assunzioni e ha evidenziato le prime avvisaglie di pressioni salariali propedeutiche all’auspicato aumento dei prezzi e al sostegno della spesa in consumi.
Il benessere dei consumatori si è confermato elevato. La Fed ha mantenuto i tassi invariati in attesa di conferme, anche se ha dato indicazioni di un probabile aumento per dicembre. Aumentano gli ordini di fabbrica, mentre cala la crescita degli ordini di beni durevoli. In settimana si attendono: dati sul lavoro positivi, scorte all’ingrosso stabili, benessere dei consumatori e fiducia stabile.

In settimana attesi i discorsi di: Charles Evans, Presidente della Fed di Chicago, martedì 8 novembre; Neel Kashkari, Presidente della Fed di Minneapolis, mercoledì 9; John Williams, Presidente della Fed di San Francisco, e James Bullard, Presidente della Fed di St. Louis, giovedì 10; Stanley Fischer, vicedirettore della Fed, venerdì 11.

Regno Unito: “attività a livelli superiori del pre-Brexit”

Il credito al consumo si è ridotto.

Il tasso di crescita dei prezzi delle case è decelerato. Il Pmi Manifatturiero si è solo leggermente consolidato dopo il picco del mese precedente, restando a livelli positivi e ben superiori a quelli pre-Brexit, mentre quello dei Servizi ha accelerato fortemente, portando il Composto in espansione al massimo dell’anno.
La Bank of England ha mantenuto la politica monetaria invariata e dato una proiezione neutrale circa i prossimi sviluppi. In settimana si attendono: prezzi case in decelerazione, produzioni manifatturiera e industriale in crescita e diminuzione del deficit commerciale.

Giappone: “Pmi ritornati in area espansiva”

La produzione industriale è decelerata dopo il picco di agosto, rimanendo comunque in crescita.

Il commercio al dettaglio ha proseguito la sua contrazione, seppur a un passo decelerante. Il Pmi Manifatturiero nel suo rilascio finale ha sostanzialmente confermato la buona accelerazione indicata dal dato flash. Ugualmente, l’indice dei Servizi ha accelerato, così come il Composto con il ritorno in area espansiva.
La base monetaria ha tenuto il suo tasso di crescita elevato. La fiducia dei consumatori è leggermente calata dal precedente picco. In settimana si attendono: indici anticipatore e coincidente misti, surplus della bilancia dei pagamenti, indici di fiducia in calo, ordini di macchinari in decelerazione, aggregati monetari costanti e Ppi negativi ma deceleranti.

Brasile: “ancora contrazione”

Il tasso di calo annuo della produzione industriale è decelerato .

Anche il Pmi Manifatturiero è migliorato marginalmente, rimanendo comunque in area di contrazione. Invece, il Pmi Servizi e il Composto hanno accentuato la discesa in area di contrazione. Il surplus della bilancia commerciale è diminuito, mentre è aumentato il calo tendenziale del prezzo delle commodity.
In settimana si attendono: bilancia commerciale, inflazione decelerante e vendite calanti.

Russia: “attività in accelerazione”

Il Pmi Manifatturiero ha accelerato, mentre quello Servizi si è consolidato, determinando comunque per il Composto il valore di espansione massimo da febbraio 2013.

L’inflazione è leggermente decelerata. In settimana si attende la bilancia commerciale.

India: “attività in accelerazione”

Il Pmi Manifatturiero e Servizi hanno accelerato fortemente, portando l’indice Composto in espansione al massimo da gennaio 2013.
In settimana si attendono: produzione industriale in aumento e bilancia commerciale.

Cina: “attività in accelerazione”

I Pmi Manifatturiero ufficiale e Caixin hanno accelerato così come anche quelli dei Servizi, riportando il Composto in espansione al massimo da marzo 2013.

In settimana si attendono: riserve valutarie in calo, surplus commerciale in aumento, Cpi e Ppi in crescita e aggregati monetari in crescite deceleranti o totali calanti.

Svezia: “attività in accelerazione”

Il Pmi Manifatturiero ha accelerato così come anche quello Servizi.
La produzione industriale è cresciuta. In settimana si attendono: saldo di bilancio, disoccupazione e il discorso del governatore Stefan Ingves (giovedì 10 novembre).

Norvegia: “crescita stabile”

Il Pmi Manifatturiero si è sostanzialmente confermato sui livelli di espansione precedenti.

In settimana si attendono: Cpi in crescita stabile e produzione industriale.
Autore: Pierpaolo Molinengo Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento