-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 28 novembre 2016

Andare in pensione con opzione donna e esodati, svolta decisiva

Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) testo sulla legge di Bilancio , che nella giornata di ieri è stato sottoposto, nell’aula di Montecitorio, al voto di fiducia, sono state introdotte importanti novità in materia di pensioni durante l'iter alla Camera presso la commissione Bilancio . In particolare, per andare in pensione è stata estesa la platea sia per gli esodati salvaguardati , sia per le lavoratrici dipendenti che vogliono anticipare l'uscita con l' opzione donna .
Pensione opzione donna e esodati, le novità
Nel dettaglio, nel testo della legge di Bilancio scatta per la platea degli esodati salvaguardati un ampliamento di 3 mila unità, ovverosia da 27.700 a 30.700 persone , mentre per l'opzione donna sono state aperte due ulteriori finestre, una per le autonome, e una per le lavoratrici dipendenti al fine di poter andare in pensione lasciando il lavoro in anticipo rispetto agli odiosi paletti introdotti negli anni scorsi con la Legge Fornero .
Andare in pensione con opzione donna, due finestre per dipendenti ed autonome
Nel dettaglio, via libera all' opzione donna pure per le lavoratrici autonome che sono nate nell'ultimo trimestre del 1957, ovverosia tra il mese di ottobre ed il mese di dicembre. E lo stesso dicasi per lavoratrici dipendenti nate tra ottobre e dicembre dell'anno 1958. Andare in pensione anticipata con opzione donna avrà comunque un costo a carico del lavoratore che, nello specifico, è rappresentato da una penalizzazione che varia dal 18% al 27%.  
Estensione salvaguardia esodati, la copertura finanziaria
Tornando all' estensione della salvaguardia per gli esodati, i maggiori costi sono stimati in 161 milioni di euro e saranno coperti attingendo dal Fondo per interventi strutturali di politica economica . Con l'estensione approvata salgono così a 160.700 i salvaguardati che a causa della legge Fornero erano rimasti senza lavoro e senza pensione . Da parte dell’Aula della Camera dei Deputati, la fiducia posta dal Governo sul Ddl di bilancio è passata con 348 voti favorevoli e 144 contrari.
Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento