-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 18 novembre 2016

Analisi Ciclica sul Bund Future




Vediamo di fare un’Analisi Ciclica sul Bund Future per capire i potenziali sviluppi per i prossimi giorni.
Vediamo l’andamento del Bund future a partire dal 13 settembre, con dati ad 1 ora aggiornati alle ore 09:30 di oggi 18 novembre:
(Il grafico è stato realizzato con un software da me ideato: il Cycles Navigator)
La linea verde a pallini rappresenta i prezzi del Bund future. La linea Bianca rappresenta il potenziale andamento ciclico (valido soprattutto per i tempi e per le tendenze e non per le forze- ovvero i prezzi). La linea Gialla in basso è un indicatore di Intensità di Forze Cicliche (ne uso circa 6-7 differenti).
Questo grafico rappresenta il Ciclo Mensile (durata media intorno ad 1 mese solare) che è partito sui minimi del 13 settembre pomeriggio. Questo ciclo ha avuto una buona spinta iniziale ed ha raggiunto i massimi il 30 settembre (vedi freccia rossa). Da qui è iniziato un indebolimento piuttosto prematuro e che procede tutt'ora senza apprezzabili rimbalzi. Proprio in questo giorni abbiamo avuto un leggero rimbalzo che ci stava come forme cicliche (vedi ellisse gialla). Una successiva area di rimbalzo potrebbe essere tra il 25 e 28 novembre (vedi ellisse rossa).
Di (KSE: 003160.KS - notizie) fondo è atteso un perdurare della prevalenza ribassista sino a fine ciclo che per quanto si vede ora potrebbe essere intorno al 19 dicembre, ma potrebbe anche anticipare al 7-8 dicembre visto che le fasi ribassiste avvengono in tempi ciclici più brevi (si dice che i ribassi "consumano" maggior tempo ciclico che non è misurato linearmente). La già forte discesa non lascia spazio a livelli molto inferiori ai recenti minimi (poco sopra 159) per quanto si vede ora.
Chiaramente il Bund non è un mercato "normale", nel senso che la Bce (Toronto: BCE-PRA.TO - notizie) deve acquistarne una certa quantità ogni mese, definendo di volta in volta giorni e quantità. Ciò altera le forme cicliche di questo mercato, che alle volte risultano più irregolari e con forme fuori statistica.
Giusto per dare qualche riferimento di prezzo (che io chiamo “livelli critici” e non sono veri target price) un leggero rimbalzo "fisiologico" può portare sino a 160,8/161 e poi sino a 161,3. Ciò non muterebbe la prevalenza ciclica ribassista. Solo valori oltre 161,5 ridurrebbero l'intensità delle forze ribassiste.
Dal lato opposto una ulteriore discesa può riportare a 159,5 e sino a nuovi minimi a 159. Oltre abbiamo 158,5 e 158 dove ho dei livelli ciclici di rilievo che potrebbero fermare la fase di debolezza.
Rammento che per quanto ci siano delle strutture cicliche all’interno dei mercati finanziari queste non sono e non possono essere esattamente regolari. Pertanto l’analisi svolta (come tutta l’analisi tecnica) non può che essere di tipo probabilistico, nel rispetto di una serie di regole che l’Analisi Ciclica prevede.
Autore: Eugenio Sartorelli Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento