-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 1 novembre 2016

5 azioni pronte a premere sull'acceleratore a novembre




Jonas Elmerraji, del team di TheStreet, mette a punto una nuova lista di Rocket Stocks per il mese appena iniziato: 5 azioni che aggiungono a un buon potenziale di crescita a lungo termine un catalizzatore che potrebbe innescare rialzi nel breve.

The Coca-Cola Co. (NYSE:KO)

A guidare questa settimana la lista di Rocket Stocks del team di TheStreet è Cola Cola, il colosso da 182 miliardi di dollari dell'industria delle bevande analcoliche.
Storicamente a favore di Coca Cola, la sua triplice convenienza in termini di rendimenti, crescita e sicurezza. Senza contare il suo dividendo - Coca Cola è annoverato tra i dividend aristocrats: quei titoli il cui dividend yield è cresciuto per più di 25 anni consecutivi - la società, con più di cento anni di storia, è cresciuta molto nell'ultimo periodo grazie alla sua presenza nei mercati internazionali, non ancora saturi come quello domestico.

 I margini operativi tendono a superare il 20%. E negli ultimi 4 anni, i flussi di cassa operativi hanno superato i 10 miliardi di dollari. Quanto al 2016, Coca Cola, avverte Elmerraji, ha vissuto un anno non pessimo né esaltante, ma è ottimamente posizionata per un finale d'anno in netto miglioramento.
 Entro la fine del prossimo anno, il gigante deconsoliderà la sua infrastruttura di distribuzione in Nord America, cedendo molti dei suoi asset acquistati dopo un asset swap con Coca Cola Enterprise nel 2010. E il cambio di strategia nella distribuzione dovrebbe produrre un incremento dei margini, rendere più agile la società e liberare valore per gli azionisti. 

Orbital ATK, Inc.

(NYSE:OA)


Consiglio d'acquisto anche per Orbital ATK, società dell'aerospazio con capitalizzazione di mercato di 4,5milardi di dollari che compete contro la californiana Space X di Elon Musk nella fornitura di servizi di trasporto spaziale alla NASA. L'ultima operazione, il lancio del 17 ottobre dalla sua base di lancio Antares, che ha trasportato un carico verso la Stazione Spaziale Internazionale.
E se il business spaziale è forse il più accattivante, non è certo il più importante in termini di volume d'affari del gruppo: la società genera il 40% dei suoi ricavi dal segmento difesa, fornendo missili e sistemi di armamento.


Kroger Co.

(NYSE: KR)


Il gigante delle vendite al dettaglio Kroger Co. è una delle meglio guidate catene di negozi al dettaglio degli Stati Uniti. Con oltre 2700 supermercati e con una presenza in 31 Stati, la società è presente sotto le insegne Kroger, Harris Teeter e Fry's.
Strategia di marketing vincente, l'integrazione di stazioni di servizio "civetta" davanti ai suoi store.

Akamai Technologies, Inc. (NASDAQ: AKAM)


Da comprare è anche Akamai Technologies, player di riferimento a livello globale nell'offerta dei servizi di Content Delivery Network (CDN).

La società gestisce quotidianamente migliaia di miliardi di interazioni via internet e invia contenuti a circa 1 miliardo di utenti e ad oltre 800 milioni di indirizzi IP sparsi in tutto il mondo con i suoi 220mila server distribuiti in 127 Paesi. Il titolo di Akamai, che ha una capitalizzazione di 12,4 miliardi di dollari, ha vissuto un 2016 straordinario, con una performance del 32% dall'inizio dell'anno.
Ma a dispetto di numeri così impressionanti, la società non sembra affatto aver perso slancio e viaggia in prossimità dei massimi degli ultimi 12 mesi. La domanda crescente di servizi di banda larga rende i suoi prodotti sempre più attraenti. E considerato che un numero sempre maggiore di società vogliono affidare a terze parti i loro server, un leader nel segmento CDN come Akamai non potrà che essere protagonista. 


Walgreens (NASDAQ:WBA)


A chiudere la Rocket Stocks list curata da Elmerraji per il team di The Street c'è il gigante dei drugstore Walgreens Boots Alliance (WBA), una delle più grandi catene di farmacie del pianeta, con quasi 13mila punti vendita in 11 Paesi. I brand storici del gruppo comprendono Walgreens, Duane Reade, Boots e Alliance Healthcare.

Walgreens detiene anche una rete di distribuzione all'ingrosso di prodotti medicinali con oltre 350 centri di distribuzione che servono oltre 200mila strutture sanitarie in 19 Paesi.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento