-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 4 novembre 2016

3 azioni cheap che meritano qualcosa di più


Qualche volta, fa notare Timothy Green dalle pagine di The Motley Fool, capita che una nube di pessimismo cominci ad addensarsi intorno a titoli di grande pregio, portandone giù il prezzo a livelli del tutto fuori del normale. Azioni che per qualche tempo faticano a trovare nel mercato la fiducia che meritano, trasformandosi così in ottime occasioni d'acquisto per gli investitori più attenti.
Eccone allora tre, che l'analista considera tra le migliori in circolazione. 

General Motors (NYSE:GM)

Non si può dire quanto tempo ci vorrà perché il prezzo di General Motors torni ad essere adeguato ai suoi fondamentali, è l'idea di Green, ma la cosa sicura è che per gli investitori disponibili ad aspettare il titolo della casa automobilistica di Detroit è un affare.

Al momento le azioni di Gm sono ancora sotto dall'inizio dell'anno, nonostante 5 trimestri consecutivi di risultati eccezionali: nell'ultima trimestrale, ricavi e eps adjusted sono schizzati rispettivamente del 10,3% e del 14,4%, e alle attuali valutazioni il titolo ha un rapporto p/e di 5,5.  Se si guarda poi alle vendite: ad ottobre, il gruppo ha registrato volumi in crescita del 3% anno su anno e la quota di mercato di GM è cresciuta dell'1,6% attestandosi al 18,1%.
Non mancano i catalizzatori, come il suo progetto Maven per il car-sharing e la smart-mobility e l'acquisizione di Cruise Automotive che la mette  nel mercato delle auto senza pilota.

Skechers (NYSE: SKX)

C'è una ragione, spiega Green, se le azioni della californiana Skechers USA Inc hanno lasciato per strada in poco più di dodici mesi il 60% del loro valore: dopo anni di tassi di crescita stratosferici la società di calzature ha rimesso, è il caso di dire, i "piedi" per terra.

Nel 2014 e nel 2015, incrementi su base annua nell'ordine del 40% erano diventati la normalità e quei tempi adesso sono finiti. Questo non significa però che Skechers abbia smesso di essere una società dai fondamentali solidi. Solo nell'ultimo trimestre, ricavi in crescita del 10% su base annua, di pari passo con una forte spinta espansionistica sui mercati internazionali.
Punto a favore, 665 milioni di liquidità a fronte di soli 75 milioni di debito: numeri che rendono verosimile la prospettiva che nei prossimi tempi il management possa decidere di mettere in calendario un qualche programma di buyback.

Walt Disney Co (NYSE:DIS)

E l'ultimo consiglio d'acquisto fornito da Timothy Green su titoli che offrono un prezzo d'ingresso "non appropriato" alla qualità del loro business è per il colosso dell'entertainment USA Walt Disney Co, il cui titolo scambia circa un 35% in meno rispetto ai massimi di un anno fa.

Disney è meno "cheap" delle due azioni già viste, precisa l'analista, visto che scambia circa 16 volte la stima media degli utili. Ma la qualità della società offre una solida occasione d'investimento. Con i suoi molteplici asset - dalle redditizie emittenti televisive, che hanno generato oltre 5 miliardi di proventi di gestione negli ultimi nove mesi, al business cinematografico, ai numerosi parchi di divertimento, come il nuovo Disneyland di Shangai - nel terzo trimestre i ricavi sono in crescita del 9% anno su anno e l'eps è balzato del 10%. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento