-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 31 ottobre 2016

Wall Street reagisce alle tensioni elettorali



L'ultima seduta del mese di ottobre dovrebbe partire bene per la piazza azionaria americana stando a quando segnalato dai futures sui principali indici che vedono il contratto sull'S&P500 in rialzo dello 0,16%, preceduto da quello sul Nasdaq100 che sale dello 0,37%.
Il mercato prova a reagire alle tensioni elettorali alimentate dalla riapertura dell'indagine dell'FBI sulle email del candidato democratico Hillary Clinton, che ha visto ridursi notevolmente nei sondaggi il suo vantaggio rispetto all'avversario Donald Trump.
Dal fronte macro intanto sono arrivate indicazioni positive con riferimento ai redditi personali che a settembre hanno evidenziato una variazione positiva dello 0,3%, in rialzo rispetto allo 0,2% precedente.

Il dato ha deluso le attese degli analisti che puntavano ad un incremento dello 0,4%.
Sempre a settembre le spese per consumi hanno mostrato un rialzo dello 0,5%, in recupero rispetto alla lettura precedente rivista al rialzo da 0 a -0,1%. Il dato si è rivelato migliore delle attese del mercato che stimava una variazione positiva dello 0,4%.
L'indice PCE core è salito dello 0,1%, in linea con le previsioni.  
Gli investitori attendono di conoscere un altro aggiornamento macro che sarà diffuso a mercati aperti e si tratta dell'indice Chicago PMI che ad ottobre dovrebbe calare da 54,2 a 54 punti.
Intanto sul fronte valutario il dollaro guadagna terreno nei confronti dello yen spingendosi poco oltre quota 105, ma il biglietto verde sale anche rispetto all'euro che viene scambiato a ridosso di area 1,095.


Ancora debole il petrolio che dopo la flessione di venerdì scorso si spinge in direzione dei 48 dollari al barile ed è preceduto dal segno meno anche l'oro che scende al di sotto dei 1.274 dollari l'oncia.
Tra i vari titoli da seguire General Electric che ha annunciato la fusione della sua unità Oil & Gas con Baker Hughes.
Dal deal nascerà un nuovo gigante dei servizi per l'industria petrolifera capace di generare ricavi annui per circa 32 miliardi di dollari.
In base all'accordo General Electric contribuirà con 7,4 miliardi di dollari per il finanziamento di un dividendo straordinario di 17,5 dollari per azione che sarà versato agli azionisti di Baker Hughes.
Sotto i riflettori anche Loews Corp che ha diffuso i risultati del terzo trimestre, archiviato con un utile netto in rialzo da 182 a 327 milioni di dollari, con un risultato per azione pari a 0,97 dollari, superando ampiamente le attese del mercato fissate a 0,69 dollari.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento