-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 28 ottobre 2016

Sotto La Lente Dell'Analisi Tecnica: attese e obiettivi sui principali titoli

La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti al principale indice di benchmark italiano, il FTSE MIB, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
Ubi Banca
Ubi Banca (-0,31%) resta in vista di un ostacolo di rilievo, la linea che scende dai massimi di marzo, in transito a 2,57 circa.

Movimenti oltre questo riferimento confermerebbero il segnale positivo generato dalla rottura della media mobile a 100 giorni, in transito a 2,45 circa, spianando la strada verso obiettivi a 2,90 almeno (picco di agosto) e fino a 3,26 circa (top del 23 giugno). In caso contrario, invece, non si potranno escludere nuovi approfondimenti anche sotto la media mobile citata e fino ai primi sostegni a 2,20 circa.
-Target: 2,90 euro
-Negazione: 2,45 euro
-RSI (14): neutrale
BP Milano
Segnale di forza sul grafico di BP Milano (+4,29%) grazia al superamento a 0,428 dei massimi delle ultime tre settimane.

L'allontanamento dalla media mobile a 100 giorni, ora supporto a 0,39 circa, permetterebbe ora di ambire al test dei massimi di luglio a quota 0,4559. Deciso miglioramento oltre questo riferimento per obiettivi a 0,51 almeno. Pericolose invece discese sotto area 0,39: aumenterebbe infatti il rischio di rivisitazione del supporto orizzontale a 0,33 circa, livello critico corrispondente ai minimi di luglio al di sotto del quale qumenterebbe il rischio di avvitamento ribassista verso area 0,26 almeno.


-Target: 0,456 euro
-Negazione: 0,33 euro
-RSI (14): neutrale
*FCA *
FCA (+6,04%) conferma il segnale positivo scattato a inizio ottava con la rottura al rialzo della media mobile a 100 giorni, in transito a 5,90 circa. Il rialzo delle ultime sedute poggia quindi su solide basi e potrebbe permettere un riavvicinamento al top del 27 luglio a 6,58 ed eventualmente più in alto verso 6,87 e area 7/7,20.
Conferme in questo senso alla rottura di area 6,30 massimi allineati tra agosto e settembre a 6,30 circa. Indicazioni di segno contrario invece sotto 5,70.
-Target: 6,58 euro
-Negazione: 5,70 euro
-RSI (14): neutrale
Stmicroelectronics
Stm (+10,37%) torna a premere sull'acceleratore dopo una breve pausa correttiva sviluppatasi a ridossi di area 7,50.

Il titolo punta verso i top di maggio 2015 a 7,95, top del 28 maggio 2015, livello oltre il quale potrebbe ambire alla ricopertura del gap ribassista del 30 aprile dello stesso anno a 8,23 euro. La struttura rialzista di medio breve termine verrebbe messa in discussione solo dalla violazione della linea che sale dal flesso di fine agosto, a 7,152 circa, coincidente praticamente con i minimi di mercoledì, preludio a cali verso area 7.
-Target: 7,95 euro
-Negazione: 7,15 euro
-RSI (14): neutrale
Esprinet
Segnale grafico interessante su Esprinet (+4,88%) che ha terminato la seduta di giovedì oltre la media mobile a 200 giorni, in transito a 6,57 circa. Conferme in chiusura di ottava sopra questo riferimento getterebbero le basi per un allungo fino ad area 7,60 circa, linea che scende dai record del 2015 oltre la quale sarebbe possibile assistere a una inversione del trend ribassista degli ultimi due anni.

Sotto i 6 euro il quadro volgerebbe nuovamente al negativo prospettando un test dall'alto della media mobile a 100 giorni, in transito a 5,60.
-Target: 7,60 euro
-Negazione: 6,00 euro
-RSI (14): neutrale
(CC)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento