-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 17 ottobre 2016

Sotto La Lente Dell'Analisi Tecnica: attese e obiettivi sui principali titoli


La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti al principale indice di benchmark italiano, il FTSE MIB, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
*Banco Popolare
*
Banco Popolare (+6,25%) si sta confrontando con l'ostacolo offerto in area 2,50 dalla media mobile a 100 giorni.

La rottura decisa di questo riferimento che da oltre un anno funge da resistenza offrirebbe spunti di ripresa validi non solo nel breve termine per obiettivi a 2,72 euro, massimi di inizio agosto, e 2,85, base del gap ribassista del 24 giugno e lato alto del canale che sale dai minimi di luglio. Il segnale rialzista verrebbe invece cancellato nel caso di perentorio ritorno sotto area 2,32.

-Target: 2,72 euro
-Negazione: 1,89 euro
-RSI (14): neutrale
BP Milano
Positiva BP Milano (+6,08%) che disegna una candela uguale a quella di giovedì ma di segno opposto. Il titolo dovrà comunque lasciarsi alle spalle definitivamente area 0,40/0,42, media mobile a 100 giorni, per ambire al test dei massimi di luglio a quota 0,4559.

Deciso miglioramento oltre questo riferimento per obiettivi a 0,51 almeno. Pericolose invece discese sotto area 0,37, minimo della candela che ha rotto la trend line tracciata dai top di marzo, per target negativi sul supporto orizzontale a 0,33 circa, livello critico corrispondente ai minimi di luglio al di sotto del quale qumenterebbe il rischio di avvitamento ribassista verso area 0,26 almeno.

-Target: 0,40 euro
-Negazione: 0,33 euro
-RSI (14): neutrale
Falck Renewables
Falck Renewables (+3,83%) raggiunge un primo target a 0,848. Sebbene l'accelerazione rialzista non abbia comportato lo sconfinamento in zona di eccesso da parte degli oscillatori grafici, la corsa al rialzo potrebbe subire una battuta d'arresto: i prezzi hanno infatti toccato la linea che scende dai massimi dell'estate 2015 che interseca proprio in area 0,85 il lato alto del canale che sale dai minimi di giugno.

La permanenza al di sopra di 0,769, media mobile a 100 sedute, permetterà comunque di continuare a credere in una evoluzione al rialzo. Sotto questo riferimento atteso il test della base del canale a 0,72 circa.
-Target: 0,885 euro
-Negazione: 0,769 euro
-RSI (14): neutrale
Gefran
Nuova accelerazione rialzista per Gefran (+6,75%) che sale su nuovi massimi annuali a 2,938.
L'elevato allontanamento dalla media mobile a 100 giorni e la presenza di una divergenza ribassista tra il grafico dei prezzi e quello degli oscillatori di momentum rischiano tuttavia di favorire prese di profitto, un rischio che potrebbe concretizzarsi sotto area 2,60 per target negativi a 2,28 circa, picco del 10 agosto.

La tenuta di area 2,60 potrebbe invece favorire la realizzazione di nuovi rialzi diretti al test a 3,40 circa della linea che scende dai record de 2011. 
-Target: 3,40 euro
-Negazione: 2,60 euro
-RSI (14): ipercomprato
CNH Industrial
Cnh Industrial (+2,33%) resta in vista degli ostacoli a quota 6,80 circa, massimi più volte testati ad agosto.
Una vittoria su questo limite aprirebbe spazi di crescita in direzione di 7 euro, massimi da quasi un anno, poi a 7,50, lato alto del canale che sale dai minimi di febbraio. Nuova debolezza invece sotto quota 6,47 per target negativi a 6 euro circa, linea che sale dai minimi di febbraio, successivi a 5,40 e in area 5,20.
-Target: 7,00 euro
-Negazione: 6,47 euro
-RSI (14): neutrale
(CC)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online
Canale: Ultime News

Nessun commento:

Posta un commento