-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 4 ottobre 2016

Sotto La Lente Dell'Analisi Tecnica: attese e obiettivi sui principali titoli

La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti al principale indice di benchmark italiano, il FTSE MIB, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
Azimut
Azimut Holding (+4,20%) riesce a dar seguito all'hammer disegnato venerdi dai supporti a 12,65 circa.

Il superamento di 13,87, massimo del 22 settembre, darebbe consistenza tecnica al movimento aprendo spazi di crescita verso almeno 14,30, resistenza determinante nel breve termine oltre la quale diverrebbe possibile ambire al test di 14,79 e di 15,88. Il mancato superamento di 13,87 comporterebbe invece l'avvio di nuova debolezza preludendo all'affondo sui minimi di luglio a 12,43.
-Target: 14,30 euro
-Negazione: 12,43 euro
-RSI (14): neutrale
*Banca Mediolanum *
Parte bene Banca Mediolanum (+1,02%) in avvio di ottava.

Il titolo si è riaffacciato sopra i 6 euro e tenta ora di risalire la china verso area 6,18 circa. Oltre questa soglia atteso un nuovo confronto con gli ostacoli a 6,50 e 6,70 circa, al di sopra dei quali diverrebbe poi possibile ambire agli obiettivi a 7,10 e 7,80. Nella direzione opposta, invece, sotto area 5,70 probabili approfondimenti in direzione dei bottom di giugno a 5,50.
-Target: 7,80 euro
-Negazione: 6,70 euro
-RSI (14): neutrale
Ferrari
Ferrari (+0,52%) raggiunge a 46,48 euro nuovi record, ritoccando quelli raggiunti a gennaio a pochi giorni dallo split da Fca.La vicinanza al lato superiore del canale che sale dai minimi di febbraio, unita all'ipercomprato in cui sono sconfinati gli oscillatori grafici, potrebbe ora favorire un rallentamento della corsa.

Solo discese sotto area 43 potrebbero però minare i progressi recenti favorendo ripiegamenti verso area 41, picco di maggio, ultimo baluardo a difesa delle attese di crescita.
-Target: 47 euro
-Negazione: 41 euro
-RSI (14): neutrale
Retelit
Retelit (+5,05%) prolunga il rally dopo aver rotto con decisione a 0,6950 circa la linea tracciata dai massimi estivi.
Il titolo si è spinto fino al test di 0,7825, a un passo dai record di febbraio a 2014 a 0,7985. Tra il grafico dei prezzi e quello dei principali oscillatori tecnici si sta tuttavia creando una divergenza ribassista che potrebbe rendere difficoltoso, almeno al primo test, la rottura di tali record, favorendo una pausa.

Indicazioni negative giungerebbero però solo sotto 0,66.
-Target: 0,80 euro
-Negazione: 0,66 euro
-RSI (14): ipercomprato
Diasorin
Diasorin (+2,45%) rimbalza dopo essere scesa venerdì a testare i primi sostegni a 56,65 euro. I prezzi dovranno però trovare la forza di lasciarsi alle spalle i massimi di settembre, allineati a quelli di fine agosto, a 59,15 euro per a dare seguito alla reazione avviata a metà settembre dalla base del canale che sale dai minimi di febbraio.

Conferme in tal senso lascerebbero spazio a nuovi movimenti al rialzo verso i record recentemente toccati a 62,40 euro. Target successivo a 65 euro, lato superiore del citato canale. Ritorno alla debolezza invece, sotto area 53.
-Target: 65 euro
-Negazione: 53 euro
-RSI (14): neutrale
(CC)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento