-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 18 ottobre 2016

Piazza Affari si affida al settore bancario


Seduta abbastanza quieta per i mercati azionari mondiali. Per una volta, fa eccezione in positivo Piazza Affari, incoraggiata dalla nota fusione fra Banco Popolare e Banca Popolare di Milano, che ha stuzzicato gli appetiti degli investitori, alla ricerca della prossima storia su cui lavorare. Il settore risulta in fermento soprattutto dal punto di vista tecnico, come commentiamo dettagliatamente nel Rapporto Giornaliero di oggi.
Il saldo finale è poco più che simbolico, ma significativo, perché consente di digerire il passo falso di giovedì scorso, di confermare la volontà di lasciarsi alle spalle la fase difficile, segnalata dal modello previsionale che abbiamo utilizzato con soddisfazione negli ultimi sei mesi; e soprattutto di guardare con fiducia al prossimo test della resistenza di medio periodo.
Come si può notare, dopo il massimo di quasi un anno fa, l'indice MIB non è più riuscito ad avere ragione dello short stop settimanale, pur sollecitato in diverse occasioni.

La novità, rispetto al passato, è che veniamo pur sempre dal conseguimento di un obiettivo chiave in area 15 mila punti; e ciò, appunto, induce a non escludere la possibilità di una reazione che vada al di là di qualche settimana. La conditio sine qua non resta il superamento della barriera mostrata in figura.
Piazza Affari viene da una sottoperformance estrema, e se il settore bancario confermasse l'inversione di tendenza in termini di forza relativa, la borsa italiana non potrebbe non giovarsene.
Nota.

Il presente commento è un estratto sintetico del Rapporto Giornaliero, pubblicato tutti i giorni entro le 8.20 da AGE Italia; pertanto eventuali riferimenti a studi tecnici vanno intesi riferiti ai grafici ivi riportati.
Autore: Gaetano Evangelista Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento