-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 19 ottobre 2016

Piazza Affari punta a obiettivi più ambiziosi. I buy da valutare

Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Angelo Ciavarella, Head of business development per AFX Group, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.
L'indice Ftse Mib si è spinto a ridosso di area 17.000 dopo aver reagito dai supporti. Si aspetta una rottura di questo livello nel breve? Quali implicazioni si avrebbero per il nostro mercato?
Nelle ultime settimane sui mercati azionari americani non abbiamo assistito ad un incremento della volatilità e pare che ormai le Borse scontino una vittoria di Hillary Clinton nella corsa alle presidenziali Usa. A Piazza Affari ci sono stati segnali di distensione sul settore bancario e ad allentare ulteriormente le tensioni ha contribuito anche il via libera alla fusione delle assemblee di Banca Popolare di Milano (Milano: PMI.MI - notizie) e Banco Popolare (Amsterdam: PB8.AS - notizie) .
I prezzi di molti titoli del settore bancario sono sacrificati e sui livelli attuali potrebbero offrire degli spunti interessanti anche per il lungo periodo. Mi aspetto che il recupero del Ftse Mib possa proseguire e al superamento di area 17.000 l'attenzione andrà rivolta alla soglia dei 17.500/17.600 punti. In caso di rottura anche di questo ostacolo si potrà assistere ad un ulteriore allungo in direzione dei 18.200 punti, con un ritorno quindi sui valori pre-Brexit.
A Piazza Affari nuovi recuperi sono possibili soprattutto se non si acuiranno nuovamente le tensioni sul settore bancario. A ciò si aggiunga il sostegno che arriva dai titoli del settore oil a partire da ENI (Londra: 0N9S.L - notizie) sulla scia del rialzo che sta interessando i prezzi del petrolio.
Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) settore bancario quali indicazioni operative ci può fornire per Unicredit (EUREX: DE000A163206.EX - notizie) e Intesa Sanpaolo (Amsterdam: IO6.AS - notizie) ?
Intesa Sanpaolo si mantiene per il momento al di sopra dei 2 euro e il prossimo target lo troviamo a 2,2/2,25 euro. Oltre questa soglia il titolo potrà avviare un recupero più marcato in direzione dei 2,6/2,7 euro, per cui valuterei un acquisto di Intesa Sanpaolo soprattutto in ottica di medio-lungo periodo, visto che le quotazioni attuali sono molto interessanti.
Potenzialità di risalita molto allettanti sono offerte anche da Unicredit anche perchè le banche americane stanno presentando ottimi utili, un dato positivo ancor più in considerazione del fatto che sono uscite dalla politica dei tassi di interesse a zero.
Con la rottura di area 2,2 euro Unicredit si aprirà spazi per un recupero verso area 2,5/2,6 euro in primis.
Nelle ultime sedute tra gli assicurativi hanno inviato dei segnali rialzisti Generali (EUREX:566030.EX - notizie) e UnipolSai (Amsterdam: UQ8.AS - notizie) . Cosa può dirci di questi due titoli?
Il settore assicurativo è stato penalizzato indubbiamente meno rispetto a quello assicurativo, basti pensare che da inizio anno Generali ha perso la metà rispetto al rosso accusato da Unicredit.
Dopo la tenuta di area 10,8/11 euro, Generali ha avviato un recupero che potrebbero avere come obiettivo ora la soglia di 12,5/12,8 euro, anche se il vero target sarebbe in area 13 euro.
Non mi piace invece UnipolSai rispetto al quale preferirei in ogni caso Generali se dovessi scegliere un tema tra gli assicurativi.
Ieri Salvatore Ferragamo è sceso in controtendenza rispetto al mercato. Quali strategie ci può suggerire per questo titolo?
Salvatore Ferragamo (Londra: 0P52.L - notizie) ieri è stato penalizzato dal crollo di Burberry che è stato travolto dalle vendite in seguito alla diffusione dei risultati del primo semestre di quest'anno.
Considerando anche che le vendite in Asia non stanno andando molto bene per il momento, suggerirei di lasciare un po' da parte per il momento i titoli del lusso incluso Salvatore Ferragamo.  
STM si sta riportando al di sopra dei 7,5 euro dopo il breve storno che lo ha interessato nelle ultime giornate. Consiglierebbe di acquistare il titolo sui livelli attuali?
STM si conferma molto interessante basti pensare che da inizio anno ha un bilancio positivo rispetto a molte altre blue chips che mostrano invece perdite piuttosto consistenti.
Il titolo è molto forte e con il superamento dei recenti massimi si aprirà ulteriori spazi di crescita in direzione di area 8,5/8,6 euro. Anche in vista di questo target consiglierei di acquistare STM che a mio avviso potrebbe continuare a sovraperformare il mercato.
Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento