-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 31 ottobre 2016

Lunga vita al Dax

Mettiamo il Dax tedesco sotto sotto la lente. Nel lungo periodo l’indice rimane decisamente long ma anche nel medio breve le cose sembra stiano nuovamente riallineandosi positivamente.
Fanno da spartiacque prima il livello statico sulla cifra tonda 10.000 punti e poi i livelli dinamici compresi tra i 9.500 e 9.700, dei livelli che dovrebbero suggerirci, se toccati, nuovi acquisti, ma che, se violati al ribasso, metterebbero in discussione il trend di medio breve periodo.
Il trend di lungo periodo resta decisamente long, i prezzi da marzo 2009 in cui quotavano attorno quota 3600 sono passati ad aprile 2015 alla quota siderale di 12.400 punti, quasi il quadruplo del suo valore iniziale.

Un rialzo praticamente ininterrotto durato circa 7 anni.
Ad aprile 2015 è svanito, per così dire, l’effetto QE dovuto a Draghi e il corso dei prezzi ha accusato dei vistosi cali, facendo assomigliare, per la prima volta dopo molti anni, il Dax più ad Eurostoxx piuttosto che all’indice S&P500.
Osserviamo allora il grafico molto più da vicino ma sempre su time frame daily.
Il livello in verde orizzontale sembra al momento una resistenza non trascurabile visto che ha respinto i prezzi per ben 3 volte: capiremo quanto e se salirà il Dax da come e quanto la resistenza produrrà ribassi.
Se il livello sarà riattaccato senza aver prodotto discese profonde allora è probabile che il prezzo sia destinato ad oltrepassarlo.
Il bimestre che ci separa dal 2017 è poco favorevole a ribassi profondi per cui l’idea è che non ci siano crolli e che qualsiasi discesa sui livelli gialli orizzontali, 10.400-10.500 sia interpretata dal mercato come una occasione di acquisto!
In ogni caso, sarà soltanto ad inizio 2017 che capiremo se i mercati sono davvero davanti a un nuovo grande ciclo rialzista o ci sarà il ritracciamento che molti temono sulla confluenza delle 2 linee, quella blu sui massimi discendenti e quella rossa sui minimi ascendenti.
Solo la violazione di quest’ultima potrebbe mettere in dubbio tutte le ipotesi rialziste ed aprire scenari al momento poco probabili.

Cerchiamo allora punti di entry con stop piccoli che ci diano rapporti rischio rendimento enormemente a favore.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento