-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 20 ottobre 2016

Google TV in arrivo. Su youtube


Un ibrido nell'ibrido quello che, stando ad indiscrezioni di stampa, Google sarebbe pronto a lanciare nei prossimi mesi. Si tratta, infatii di un progeto per una Google TV, a pagamento (ma low cost) e in streaming (ma su youtube).

Le indiscrezioni

La notizia arriva in corredata anche da date (il servizio potrebbe essere attivo già nel 2017) e da particolari sulel collaborazioni, quelle già previste con CBS mentre si vocifera di trattative in corso con 21st Century Fox (Fox Broadcasting, Fox News, FX, Fox Sports e National Geographic Channel), NBC Universal e Walt Disney (ABC, ESPN, Disney Channel e Freeform) per la distribuzione dei contenuti o altre forme di collaborazione.
Per quanto riguarda i costi degli abbonamenti, si parla di un range di prezzi tra i 25 e i 40 dollari, una fascia particolarmente bassa, deidcata a chi non ha mai fatto abbonamenti su pay Tv proprio per i prezzi particolarmente alti.

Insomma una vera e propria guerra contro la TV via cavo che rischia di ricevere, da quest'operazione, il colpo di grazia dopo l'avvento di Netflix e la concorrenza sempre più spietata. Il settore, infatti, ha in programma un 2017 di tutto rispetto: Hulu, la piattaforma di Disney, Fox, Comcast Corp.
e Time Warner, darà il via al suo servizio in streaming già dall'inizio del 2017 sull'onda della già lanciata PlayStation Vue con un servizio anch'esso a pagamento come progettato da Hulu stessa.

Il fenomeno Youtube

Una piattaforma, quella di Youtube, che diventa sempre più interessante sia sul fronte della creazione di contenuti originali creati apposta per il sito ma anche, e soprattutto, per l'advertising , cioè la veicolazione di messaggi promozionali e pubblicitari.

Alla base di questo interesse non solo la popolarità della piattafrma che in 10 anni è riuscita ad inglobare fasce di spettatori sempre più alte (chi ne ha visto la nascita nel 2005 all'interno dei primi fruitori, è oggi un consumatore adulto) e a conquistare un panorama di utenti che si aggira intorno al miliardo ogni mese.
Non solo, ma come dimostrano gli studi di settore, un messaggio pubblicitario targettizzato, quindi personalizzato secondo la fascia di consumatori di riferimento, ha anche una maggior efficacia e considerando che youtube è fruibile da mobile e, nella scelta dei contenuti che avviene ogni giorno da parte di ogni utente, è altrettanto facile delineare le preferenze e inviare il messaggio pubblicitario corrispondente. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento