-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 19 ottobre 2016

Ftse Mib verso il passo decisivo? Non sarà una seduta facile

Seduta in buon recupero per le Borse europee che sono riuscite ad azzerare le vendite della vigilia, spingendosi anche oltre. Il Ftse100 è salito dello 0,76%, ma il bilancio positivo è ancora più corposo per il Dax30 e il Cac40 che sono saliti rispettivamente dell'1,22% e dell'1,32%.

Ftse Mib alle prese con l'ostacolo di area 17.000

Ad indossare la maglia rosa è stata ancora una volta Piazza Affari dove il Ftse Mib, dopo essere stato l'unico in Europa a chiudere gli scambi in positivo ieri, oggi ha guadagnato il 2,02% fermandosi sui massimi intraday a 16.966 punti, dopo aver segnato un minimo di giornata a 16.724 punti.
L'indice ha avviato gli scambi già in progresso e dopo la rottura di area 16.700/16.800 ha allungato ulteriormente il passo in direzione della soglia psicologica dei 17.000 punti.
Proprio su questo livello si giocherà ora la partita del mercato, visto che dal superamento o meno di questo ostacolo dipenderà la sua evoluzione almeno nel breve.
Oltre quota 17.000 il Ftse Mib tornerà a mettere nel mirino i recenti massimi di periodo in area 17.400 e con la violazione di area 17.500 potrà ambire ad ulteriori recuperi verso la soglia dei 18.000 punti, riportandosi così sui livelli pre-Brexit che non vengono più visti dall'ultima decade di giugno.
La mancata riconquista di area 17.000 potrebbe favorire dei ritracciamenti che non saranno da leggere con particolare preoccupazione fino ad area 16.800/16.700.

L'eventuale perdita di questo livello costringerà a spostare l'attenzione sul supporto successivo dei 16.500 punti, perso il quale si assisterà ad una prosecuzione delle vendite verso i 16.200 prima e in seguito in direzione di quota 16.000, due fasce supportive già testate con successo in più di un'occasione di recente.

La nostra view è costruttiva sul mercato e ci aspettiamo ulteriori acquisti nelle prossime ore, senza escludere lievi ritracciamenti che non dovrebbero condurre i corsi molto lontano dai livelli appena raggiunti.

I market movers in America e in Europa

Domani in America sarà diffuso l'indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari e in calendario troviamo due aggiornamenti riguardanti il settore immobiliare.

Si tratta dei nuovi cantieri edili che a settembre dovrebbero salire da 1,142 a 1,17 milioni di unità, mentre le licenze di costruzione dovrebbero aumentare da 1,152 a 1,16 milioni di unità.
Nel pomeriggio sarà diffuso il consueto report settimanale sulle scorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell'energia.
In calendario un discorso di John Williams, presidente della Fed di San Francisco, oltre al quale parlerà anche Rob Kaplan, a capo della Fed di Dallas, ma è previsto anche un intervento di Patrick Harker, presidente della Fed di Philadelphia.
Due ore prima della chiusura di Wall Street è prevista la diffusione del Beige Book, il tradizionale rapporto della Fed sullo stato di salute dell'economia a stelle e strisce.

Il documento sarà seguito con interesse nel tentativo di carpire elementi utili relativamente alla prossima mossa in materia di politica monetaria.
Prima dell'avvio degli scambi saranno resi noti i numeri del terzo trimestre di Morgan Stanley con un eps atteso di 0,63 dollari. Dopo la chiusura di Wall Street si conosceranno i risultati del terzo trimestre di American Express e di eBay che dovrebbero consegnare un risultato per azione pari a 0,96 e a 0,44 dollari.
In Europa non sono previsti dati macro di rilievo e si segnala in Germania l'asta dei titoli di Stato con scadenza nel 2046 per un ammontare massimo di 1 miliardo di euro, mentre in Portogallo saranno messi all'asta titoli con scadenza a 3 e a 11 mesi per un importo tra 1 e 1,25 miliardi di euro.

I titoli da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari saranno da seguire i titoli del settore oil in vista del report sulle scorte strategiche Usa.

Suggeriamo di guardare anche ad STM che dovrebbe risentire dei risultati trimestrali in arrivo questa sera da Intel. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento