-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 4 ottobre 2016

FIB: operatività valida per la giornata


Oscillatori: il RSI rientra dall’area di ipercomprato e genera un potenziale segnale di entrata short in caso di rottura sotto area 16100 punti ma, considerando le condizioni generali, a parametri rispettati sarebbe più opportuno, presumibilmente, abbassare il rischio operativo tentando una vendita limite in area 16300/16350 e stop iniziale a 16650 punti.
Lo Stocastico rimane direzionato al rialzo, incrociato positivamente e sopra la sua mediana, mantenendo intatto il possibile long in caso di superamento di area 16500 circa.
Volumi: flat e nessun segnale per la prossima seduta.

Operatività su base grafica

Nuova area di riferimento che si diversifica dalla precedente (16000-16400) solo nella base che si abbassa sui minimi di brevissimo termine appena realizzati e generando una fascia di prezzi compresa tra 15850 e 16400 punti.

In caso di apertura almeno sotto 16300, l’eventuale rottura rialzista potrebbe generare sufficiente spinta per portare il mercato verso area 16750 mentre un’apertura almeno sopra 16285 seguita dal break della base rischierebbe di creare le condizioni per un affondo in direzione dei 15600 punti almeno.

Operatività su base statica

Il mercato è rimasto all’interno dell’area compresa tra il supporto a 16850/16950 e la prima resistenza indiretta a 16450/16500 punti circa.

Per la prossima seduta non ci sono indicazioni particolari ma è possibile che una rottura sopra 16450 circa possa incoraggiare qualche nuovo acquisto fin verso area 16800 circa.
Per il medio termine: la situazione rimane identica ormai da diversi mesi dopo la condizione di debolezza generatasi con il break ribassista di conferma anche sotto area 16900 punti (precedenti rotture consolidate sotto 21350 e 19600 punti).
Prossimi obiettivi a 15800/15900 circa, raggiunto per ora con precisione e, qualora cedesse anche questo livello, a 14800 punti circa.

Operatività su base dinamica

Come atteso, la prima resistenza indicata a 16400/16450 ha perfettamente fermato i tentativi dei compratori di far continuare il rimbalzo generato venerdì scorso dopo il gap-down e i nuovi minimi di periodo.

Per la prossima seduta una nuova rottura potrebbe invece avere successo ma, visto la condizione attuale, sarà opportuno attendere eventuali conferme in close serale.

Trend presunto di breve termine e operatività su base ciclica

Trend grafico di brevissimo termine: il mercato evidenzia ancora come prima resistenza il livello a 16460 punti ed un supporto che, invece, si abbassa a 15850.
Trend di breve termine: mercato ingabbiato tra 16145 e 16570, rispettivamente supporto e resistenza, il primo toccato con precisione anche durante la seduta.
Ciclico-prezzi: il Minor-Trend rimane in posizione short da 16510 punti mentre il primo ostacolo, in caso di ripresa, rimane a 16440/16450, livello che con precisione ha respinto gli attacchi dei rialzisti durante di ì recente;  il Main-trend è sempre short da 17100 con stop cautelativo ora a 16700/16750.
Autore: Marco Benzoni Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento