-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 14 ottobre 2016

FIB: operatività valida per la giornata


Oscillatori: il RSI mantiene l’entrata short sotto 16280 ma, essendo ora entrato in area ipervenduto (a un passo dall’ipervenduto grave) presumibilmente cercherà un punto di uscita dalla posizione; lo Stocastico mantiene anch’esso lo short ad alto rischio da 16365 e scende sotto la sua mediana, indicando anche, da ora, una possibile area di indecisione o congestione di brevissimo termine.
Volumi: flat e possibile sell-stop per la prossima seduta.

Operatività su base grafica

Area 16200-16600 rimane la fascia di prezzi di riferimento, per ora; l’ultima seduta ha visto un tentativo di rottura rientrato in close serale che, tra l’altro, è stata quasi precisamente sul livello inferiore.

L’apertura potrebbe essere condizione utile per qualificare l’eventuale continuazione o, viceversa, per definire una possibile inversione intraday/di brevissimo termine.

Operatività su base statica

Preciso il secondo livello di supporto, diventato il primo utile dopo l’apertura direttamente sotto quello principale, identificato in precedenza a 16140 (minimi di seduta a 16135); il mercato è poi rimbalzato in modo poco convincente ma la close serale è stata abbondantemente sopra il supporto stesso.

Le quotazioni rimangono ingabbiate ancora tra i due prezzi di riferimento che ora potrebbero essere rilevati a 15910 e 16480 punti circa e, almeno per la prossima seduta, potrebbero anche rimanere inviolati in chiusura di giornata.
Per il medio termine: la situazione rimane identica ormai da diversi mesi dopo la condizione di debolezza generatasi con il break ribassista di conferma anche sotto area 16900 punti (precedenti rotture consolidate sotto 21350 e 19600 punti).

Prossimi obiettivi a 15800/15900 circa, raggiunto per ora con precisione e, qualora cedesse anche questo livello, a 14800 punti circa.

Operatività su base dinamica

Il mercato ha chiuso sotto il supporto indicato in area 16300 punti circa; oggi potrebbe essere determinante sia l’apertura che la capacità o meno di continuazione sotto i 16100 punti, mentre la prima resistenza si pone ora a 16580/16620 punti circa.
In aggiunta: a prescindere dai movimenti iniziali, qualora il recupero dovesse fermarsi sotto 16350 (preferibilmente da valutare in close), le potenzialità ribassiste in caso di break confermato rimarrebbero valide anche per la prossima seduta.

Trend presunto di breve termine e operatività su base ciclica

Trend grafico di brevissimo termine: il mercato evidenzia ora come prima resistenza il livello a 16525 punti ed un supporto a 16190.
Trend di breve termine: mercato ingabbiato tra 16070 e 16570, rispettivamente supporto e resistenza.
Ciclico-prezzi: il Minor-Trend è flat e nessun segnale per la prossima seduta (il supporto a 16200/16250 ha tenuto con precisione, per ora).

Main-trend sempre short con stop a 16750.
Autore: Marco Benzoni Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento