-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 5 ottobre 2016

Eur/Usd: analisi operativa Candle Model

Euro e Dollaro sono valute forti in questo frangente. Esse, nel rapporto diretto, incrociano ancora in area 1,12, mentre si avvicinano i parametri su cui cambierebbe la lettura operativa.
 
 
QUADRO GIORNALIERO
Che il cambio Eur/Usd sia affetto da assenza di direzionalità ce lo dice chiaramente quel 2 % di range di oscillazione in cui i prezzi sono stati contenuti da metà agosto in poi. Il risultato nel quadro grafico giornaliero è quello di un appiattimento dei valori dinamici di periodo, sino alla media mensile e trimestrale, che ora transitano gomito a gomito tra 1,1160 e 1,1220.
Nella seduta di ieri, tanto per contestualizzare, tali livelli dinamici sono stati vistati tutti quanti, salvo restituire alla fine  un epilogo di giornata (a NY) accovacciato ancora nell’intorno di area 1,12/1,1250, baricentro e approdo in ritorno di qualsiasi tentativo di allontanamento profuso da sei settimane a questa parte.
Va altresì detto che quando i livelli dinamici abdicano alla loro funzione principale, di reazione in resistenza o in supporto del movimento dei prezzi, significa che stiamo entrando in una fase matura del consolidamento, del laterale che ad un certo punto verrà messo al servizio del successivo movimento direzionale.
In questo ambito di erraticità pervasiva andiamo a rilevare la segnaletica direzionale che il cambio presenta sulle sue diverse scale grafiche con l’osservazione Candle Model.
Il quadro di breve, che scruta la dinamica espressa in candele giornaliere del cambio rileva al momento un Trend/segnale parzialmente ribassista (l’accezione di parziale è motivata dalla componente erratica di cui si è commentato sopra), con stop e revisione rialzista appena sopra 1,1251. Chiaramente, in caso di superamento al rialzo di 1,1250 resta la consegna di effettuare un monitoraggio di seduta in seduta, per certificare o meno se il tentativo di fuga abbia una miglior sorte rispetto a quelli rientrati, come è avvenuto regolarmente nelle ultime settimane.
 
 
 
Cambio Eur/Usd: grafico giornaliero – Trend/segnale in corso  − fonte grafico:Marketscope 2.0 – FXCM Italia
 
 
 
QUADRO SUPERIORE (MENSILE E SETTIMANALE)
La chiusura di settembre non porta variazioni dell’indicazione operativa settimanale e mensile sul cambio − tenuemente ribassista – tuttavia segnala un sensibile avvicinamento del livello su cui cambierebbe la lettura di più ampio respiro, in quadro mensile, per l’appunto.
Iniziando da quest’ultimo,  l’indicazione di debolezza risale a metà aprile 2016, da 1,1275, per mano di un Modello di StopTrend ribassista, per gli appassionati dell’analisi Candle Model. Della pervicace componente erratica che il cambio mantiene da molti mesi abbiamo già ampiamente commentato nei report passati, assegnando anche una certa coerenza con lo scenario che di fatto si è materializzato, quello di un certo impaludamento del cambio nelle poche figure in cui anche i livelli dinamici di lungo periodo si stanno dando appuntamento.
D’altra parte, il trascorrere del tempo senza che si produca l’atteso movimento nella direzione proposta  dal Modello direzionale in corso, costituisce di per sé un indizio di indebolimento dell’indicazione medesima.
La novità, dicevamo, è che dall’inizio di ottobre si avvicina sensibilmente il livello di eventuale revisione al rialzo del quadro mensile, che se prima si sarebbe materializzata solo sopra 1,1715, adesso basta una capacità di scavalcare al rialzo 1,1370 per riportare il Trend/segnale mensile in proposta rialzista.
In merito all’intermedio quadro settimanale dell’Eur/Usd, interessato da una indicazione di debolezza relativa elaborata mercoledì 23 agosto, a 1,1304, (ha preso forma esecutiva un Modello di StopTrend ribassista, nello specifico); lo stop e conseguente ripristino di view operativa settimanale rialzista si attesta 1,1430.
Quello che a questo punto abbiamo a disposizione è una griglia di livelli abbastanza ravvicinati, che con una capacità rialzista del cambio di un paio di figure procurerebbe una revisione completa della segnaletica direzionale sul cambio, fino al quadro mensile.
In riepilogo, i rispettivi livelli di revisione al rialzo sono attestati dunque a 1,1250 per il quadro giornaliero, 1,1370 per il quadro mensile, 1,1430 per l’intermedio quadro settimanale.
Per completezza nell’esplorazione del versante della debolezza del cambio, che rimane il fronte a cui guardare sin tanto non venga smantellata l’attuale segnaletica di debolezza, ritroviamo 1,1120 come livello attrattivo ancora attivo nel quadro di breve, mentre, sempre con segnaletica di debolezza attiva,  non viene ancora rimossa la traiettoria di debolezza sino 1,0910 e le due figure sottostanti.
 
 
Cambio Eur/Usd: grafici mensile e settimanale – Trend/segnale in corso  − fonte grafico:Marketscope 2.0 – FXCM Italia
Autore: Giacomo Moglie  www.selftrading.it/

Nessun commento:

Posta un commento