-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 18 ottobre 2016

Effetto Golden Week, consumatori cinesi cercano più divertimento


Jian Shi Cortesi, gestore del fondo Julius Baer Multistock China Evolution Fund di GAM, spiega che durante i sette giorni di festività nazionale in ottobre, il trend dei consumi è stato molto solido in Cina. Le vendite al dettaglio e nel settore della ristorazione sono cresciute del 10,7% su base annua.
In particolare abbiamo assistito a una crescita molto forte nei servizi e nelle attività che permettono ai consumatori di divertirsi di più”.
Secondo l’ufficio del turismo cinese durante la “Golden Week” ci sono stati 593 milioni di turisti, segnando una crescita del 12,8% rispetto allo scorso anno, e le vendite ad esso connesse hanno raggiunto quota 482 miliardi di Yuan (72 miliardi di dollari), il +14,4% in più rispetto al 2015 - spiega Jian Shi Cortesi -.

Il numero di viaggi su rotaie ha raggiunto il numero record di 108 milioni nei dieci giorni prima e dopo la festività nazionale dell’1 ottobre, fattore che dimostra come gli investimenti cinesi nell’infrastruttura ferroviaria stiano dando frutti.
Gite in campagna e parchi a tema sono stati tra i servizi che hanno intercettato la maggior parte della domanda - spiega Jian Shi Cortesi -.
Le crociere, ad esempio, che nella regione possono essere considerate una forma di viaggio relativamente nuova, hanno sperimentato una crescita del 52% nel periodo, principalmente grazie ai turisti delle regioni costiere più ricche. Durante la Golden Week ha registrato un record anche il turismo in uscita, con una stima di 6 milioni di persone che hanno viaggiato al di fuori del Paese.

Questo anche grazie alla semplificazione del processo di richiesta dei visti messo in atto da diversi paesi per attrarre i turisti cinesi.
Anche i mezzi di pagamento elettronici hanno subito una crescita vertiginosa durate la Golden Week - spiega Jian Shi Cortesi -. Il sistema di pagamento di WeChat, offerto dal gigante della tecnologia Tencent, ha visto crescere il numero delle transazioni di venti volte.
Anche a Hong Kong, in Corea del Sud e in Giappone molti turisti hanno optato in larga parte per prenotazioni online e pagamenti elettronici. E perfino l’industria cinematografica ne ha beneficiato: quest’anno diversi titoli lottavano per il primo posto al botteghino, con la pellicola poliziesca “Operation Mekong” prodotta dal gigante dell’internet cinese Baidu che ne è uscita vincitrice.

Al 10 ottobre, il film aveva generato incassi per più di 700 milioni di yuan (104 milioni di dollari).
Autore: Pierpaolo Molinengo Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento