-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 7 ottobre 2016

Diario di un trader: strategie e spunti per le prossime 24 ore


Basta una parola sola per descrivere la giornata di ieri: volatilità. La partenza in positivo di Piazza Affari non è servita ad evitare una flessione già alla fine della mattinata, come sempre più spesso accade. In compenso il listino milanese, come è ben illustrato in questa sintesi si è salvato in Zona Cesarini con un saldo finale di 0,09%

I protagonisti a Piazza Affari

Tra i protagonisti ancora una volta gli energetici e i bancari.

Tra i primi va segnalato Snam, titolo sul quale gli analisti restano cauti come è possibile constatare nell'approfondimento consultabile cliccando qui 
Sul fronte dei bancari tiene la scena ancora Unicredit che sfrutta il famoso effetto Pioneer ovvero le voci secondo cui Amundi sarebbe disposto ad un'offerta superiore a quanto finora scritto dalle cronache finanziarie.
Gli esperti, in particolare quelli di Equita Sim e Banca Imi, hanno analizzato a fondo la questione (come si può leggere in questo resoconto)
Particolare attenzione sarebbe da rivolgere a Luxottica per l'alert di Citigroup sul titololegato ai timori per la crescita globale.

Positivo, invece il riscontro per Prysmian da parte di Goldman Sachs che conferma il rating ma rivede il target price

Strategie e spunti nelle prossime 24 ore

Volendo dare una panoramica generale, però, è impossibile non ritenere il listino milanese come un esempio lampante di volatilità, come sottolineato all'inizio ed evidenziato anche nell'analisi di Carlo Corradin, analista tecnico indipendente, l quale conferma non solo un aspetto preoccupante del listino che non riesce a riprendere con decisione la strada del rialzo ma anche una lista specifica di titoli da tradare.
Una view molto simile è anche quella di Sante Pellegrino, trader privato che punta su 5 precisi nomi da scegliere a Piazza Affari per il prossimo trimestre.

I punti da monitorare

Per quanto riguarda le attese nel breve, sarà opportuno tenere d'occhio alcuni avvenimenti di specifico interesse, come i dati macro provenienti dagli Usa; in particolare l'attenzione dovrà essere rivolta alle buste paga del settore non agricolo, il tasso di disoccupazione e anche i dati sul salario medio tutti fattori che saranno decisivi per le prossime decisioni della Fed riguardo al rialzo, o meno, dei tassi di interesse a novembre.
Ma gli Usa rimangono al centro della scena anche per un vero e proprio caso del giorno a Wall Street: Twitter.

Dopo le voci che volevano il titolo in dirittura d'arrivo  per la vendita (si parlava del 27 ottobre come data ultima entro la quale completare l'operazione), i principali interessati hanno deciso di sfilarsi man mano, come sottolineato nell'approfondimento in cui vengono evidenziati anche gli entusiasmi degli analisti all'idea dell'operazione in arrivo.
Risultato: il titolo ha perso oltre il 20%.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento