-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 17 ottobre 2016

Borse: sarà la settimana della BCE, ma anche di tanto altro


La settimana che inizia oggi sarà dominata senza dubbio dall'attesa per l'appuntamento di giovedì prossimo, quando la BCE annuncerà la sua decisione sui tassi di interesse, dalla quale però non sono attese sorprese. Il mercato scommette su un nulla di fatto e attende piuttosto indicazioni dal presidente Mario Draghi sulle future mosse in materia di politica monetaria.

Le prossime giornate però saranno scandite anche da numerosi appuntamenti macro, soprattutto in America, dove peraltro si entrerà nel vivo della nuova stagione degli utili societari.

I market movers da seguire in America

Per domani sul fronte macro Usa si segnala l'indice settimanale Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene statunitensi.

Ancor più rilevante sarà il dato sull'inflazione che a settembre dovrebbe mostrare una variazione positiva delo 0,3% rispetto allo 0,2% precedente, mentre per la versione "core", depurata cioè delle componenti più volatili quali alimentari ed energia, si prevede un rialzo dello 0,2% dallo 0,3% di agosto.

Per l'indice Nahb di ottobre le attese sono per un calo da 65 a 63 punti.
Sul fronte societario da seguire i risultati del terzo trimestre di BlackRock e di Goldman Sachs dai quali ci si attende un utile per azione pari rispettivamente a 4,98 e a 3,79 dollari. Sempre prima dell'avvio degli scambi si conosceranno i risultati trimestrali di Johnson & Johnson e di Philip Morris con un eps atteso di 1,65 e di 1,24 dollari.

A mercati chiusi l'attenzione si sposterà sui numeri degli ultimi tre mesi di Intel e Yahoo che per non deludere le attese dovranno centrare l'obiettivo di un utile per azione pari a 0,72 e a 0,14 dollari.
Mercoledì sarà diffuso l'indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari e in calendario troviamo due aggiornamenti riguardanti il settore immobiliare.
Si tratta dei nuovi cantieri edili che a settembre dovrebbero salire da 1,142 a 1,17 milioni di unità, mentre le licenze di costruzione dovrebbero aumentare da 1,152 a 1,16 milioni di unità. 
Nel pomeriggio sarà diffuso il consueto report settimanale sulle scorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell'energia.
In calendario un discorso di John Williams, presidente della Fed di San Francisco, oltre al quale parlerà anche Rob Kaplan, a capo della Fed di Dallas, ma è previsto anche un intervento di Patrick Harker, presidente della Fed di Philadelphia.


Due ore prima della chiusura di Wall Street è prevista la diffusione del Beige Book, il tradizionale rapporto della Fed sullo stato di salute dell'economia a stelle e strisce. Il documento sarà seguito con interesse nel tentativo di carpire elementi utili relativamente alla prossima mossa in materia di politica monetaria.
Prima dell'avvio degli scambi saranno resi noti i numeri del terzo trimestre di Morgan Stanley con un eps atteso di 0,63 dollari.
Dopo la chiusura di Wall Street si conosceranno i risultati del terzo trimestre di American Express e di eBay che dovrebbero consegnare un risultato per azione pari a 0,96 e a 0,44 dollari.
Giovedì i riflettori saranno puntati sulle nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero salire da 246mila a 249mila unità.

Per l'indice Philadelphia Fed di ottobre si prevede un calo da 12,8 a 5,5 punti, mentre il Superindice a settembre dovrebbero mostrare una variazione positiva dello 0,2%, rispetto al calo dello 0,2% precedente. In agenda anche il dato relativo alle vendite di case esistenti che a settembre dovrebbe salire da 5,33 a 5,38 milioni di unità.

In giornata è previsto un discorso di William Dudley, presidente della Fed di New York.
Sul fronte societario prima dell'apertura di Wall Street saranno diffusi i risultati trimestrali di Bank of New York Mellon che dovrebbe consegnare un utile per azione pari a 0,81 dollari, mentre per le trimestrali di Travelers Companies e di Verizon Communications le attese segnalano un eps di 2,31 e di 0,99 dollari.   
A mercati chiusi si guarderà ai conti di Microsoft con un eps atteso di 0,68 dollari, mentre Advanced Micro Devices dovrebbe riportare un utile per azione pari a 0.
Per l'ultima seduta della settimana non sono previsti dati macro di rilievo in America, dove in agenda troviamo un discorso di Daniel Tarullo, membro della Fed, oltre al quale parlerà anche John Williams, presidente della Fed di San Francisco.
In tema di trimestrali societarie segnaliamo quelle di General Electric e di McDonald's che per non deludere le aspettative dovranno centrare l'obiettivo di un utile per azione pari rispettivamente a 0,32 e a 1,49 dollari, mentre per i conti di Honeywell International si stima un utile per azione pari a 1,7 dollari.

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa per domani non sono previsti dati macro di rilievo e lo stesso dicasi per la giornata di mercoledì.


Giovedì si guarderà alla Germania dove saranno resi noti i prezzi alla produzione che settembre dovrebbero mostrare un rialzo dello 0,1%, rispetto al calo dello 0,1% precedente.
Atteso per la stessa giornata il responso della BCE sui tassi di interesse destinati a rimanere invariati.
Da seguire con attenzione la conferenza stampa del presidente Draghi che potrebbe fornire qualche indizio in merito alle mosse future in materia di politica monetaria.
Per venerdì in Europa è in agenda solo il dato preliminare relativo alla fiducia dei consumatori che ad ottobre dovrebbe attestarsi a -7,9 punti, in lieve recupero rispetto alla rilevazione di settembre fermatasi a -8,2 punti.


In giornata è previsto l'aggiornamento del rating della Germania da parte di Moody's e di quello della Francia da parte di Standard & Poor's.

I titoli e i temi da monitorare a Piazza Affari

A Piazza Affari per domani si segnala un'assemblea di Banca Intermobiliare per il rinnovo del Cda, mentre quella di Leone Film Group sarà chiamata a deliberare in merito alla nomina di un amministratore e alla proroga del piano di buy-back.
Mercoledì si guarderà ai titoli del settore oil in vista del report sulle scorte strategiche Usa e sarà da seguire STM sulla scia dei conti di Intel che saranno diffusi martedì sera.
Non si segnalano al momento titoli di particolare rilievo per le sedute di giovedì e venerdì, ricordando che nell'ultima giornata della settimana è atteso il responso di Fitch sul rating dell'Italia.    
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento