-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 14 ottobre 2016

4 azioni da dividendo in calo nel 2016


Boeing Co. (NYSE: BA)

Boeing Co., insieme alle sue controllate, progetta, sviluppa, produce, vende, servizi aerei commerciali, militari, sistemi per satelliti e difesa missilistica in tutto il mondo. I migliori analisti hanno notato che l'azienda non ricordando l'andamento ciclico del proprio settore, ha ampliato la propria flotta in maniera troppo aggressiva in questi ultimi anni, strategia errata viste le prospettive di una domanda futura debole.
Inoltre, il calo dei prezzi del petrolio riduce l'incentivo per l'aggiornamento verso nuovi piani di consumo. In tutto questo Boeing sta lanciando versioni rimodernate di alcuni veicoli tra cui il 737 e il 777 con possibili nuovi rischi di aumento dei costi. Di conseguenza, la fiducia nelle prospettive di crescita del suo diviendo, atualmente al 3,27%, è scemata.

Coca-Cola Co.

(NYSE: KO)

La società rimane un top tra le scelte di Warren Buffet anche perché oltre alla società in sé e ai suoi fondamentali resta anche un grande brand con 20 marche tra cui Diet Coke, Fanta, Sprite, Coca-Cola Zero, Powerade e Minute Maid. A livello globale, è il principale fornitore di bevande gasate e succhi di frutta e sfrutta un proprio sistema di distribuzione su un mercato che copre circa 200 paesi.
A minacciare il futuro dei conti resta una crescita più lenta del previsto con l'unica speranza riposta nel 31,5% di Monster Beverage che potrebbe continuare a dare qualche soddisfazione visto che questa voce continua a fornire grandi numeri. Intanto si guarda al dividendo del 3,35%.

General Electric Co.

(NYSE: GE)

Il marchio attualmente potrebbe fornire, visti i cali delle ultime sedute, un buon punto di ingresso per gli investitori. La società sfrutta un portafoglio investimenti altamente diversificato con attività organizzate, in linea di massima in sei segmenti: GE Capital, infrastrutture energetiche, aeronautiche, Sanità, Trasporti e Home & Business Solutions.
Ma nonostante questo a Wall Street gli analisti hanno di recente abbassato leggermente le aspettative sui guadagni per il trimestre, mentre anche quelle sugli ordini e il free cash flow sono già di per sé molto basse. Da ricordare anche quei 25 miliardi di dollari di liquidità in mano all'azienda che potrebbero essere reinvestiti per permettere alle azioni riacquistare forza.

Intanto resta il dividendo del 3,3%.

McDonald Corp. (NYSE: MCD) 

Il gigante fast-food è stato colpito duramente sul fronte dei guadagni ma per Jacksonrimane una solida scelta per gli investitori alla ricerca di dividendi e di un certo livello di sicurezza.
L'azienda è leader nel settore della ristorazione globale con oltre 36.000 punti di incontro che servono circa 69 milioni di clienti in oltre 100 paesi ogni giorno. L'azienda ha registrato solidi risultati nel secondo trimestre, ma Merrill Lynch ha rilevato che gli oneri e gli utili potrebbero presentare ancora qualche rischio dal quale gli azionisti di McDonald si consolano con un dividendo del 3,26%. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento