-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 28 settembre 2016

Wall Street non si lascia sedurre dai dati macro


Dopo il rimbalzo di ieri torna una certa cautela sulla piazza azionaria americana che quest'oggi, almeno in avvio, non dovrebbe registrare variazioni percentuali di rilievo. Il future sull'S&P500 cede lo 0,02%, mentre quello sul Nasdaq100 si mantiene in positivo con un frazionale rialzo dello 0,05%.
Il mercato non ha registrato spunti positivi dopo la diffusione del dato macro relativo agli ordini di beni durevoli, malgrado ad agosto questi si siano attestati sulla parità, in frenata rispetto alla lettura precedente che è stata rivista al ribasso da +4,4% a +3,6%, ma sopra le attese degli analisti che si erano preparati ad calo dell'1,5%.
Al netto della componente trasporti gli ordini di beni durevoli hanno riportato una variazione negativa dello 0,4%, in calo rispetto alla rilevazione di luglio rivisitata verso il basso da +1,3% a +1,1%.

L'indicazione diffusa oggi ha battuto leggermente le stime del mercato che puntava ad una flessione più marcata dello 0,5%. 
Un'ora dopo l'avvio degli scambi si guarderà ai prezzi del petrolio visto che sarà diffuso il report sulle scorte strategiche Usa. Alle 16 ora italiana avrà inizio l'audizione di Janet Yellen, numero uno della Fed, alla Commissione servizi finanziari della Camera sul tema della supervisione bancaria.
Nel corso della giornata è atteso un discorso di Neel Kashkari, presidente della fed di Minneapolis, di James Bullard, a capo della Fed di St.Louis, di Charles Evans, presidente della Fed di Chicago e di Loretta Mester, numero uno della fed di Cleveland.
Intanto sul fronte valutario il dollaro guadagna posizioni rispetto allo yen ad un passo da quota 100,6, mentre il biglietto verde si mostra debole nei confronti dell'euro che sale a 1,1226.


Poco mosso il petrolio che si presenta sopra i 45 dollari al barile in attesa del report sulle scorte e dell'esito della riunione dell'Opec che si conclude oggi, mentre è debole l'oro che scende al di sotto dei 1.325 dollari l'oncia.
Tra i vari titoli da seguire Moody's che ha aggiornato la guidance per l'esercizio in corso, per il quale prevede di realizzare un utile per azione non-gaap pari a 4,55-4,65 dollari che si confronta con i 4,58 dollari messi in conto dal consensus.
Sotto i riflettori BlackBerry che ha diffuso i conti del secondo trimestre archiviato con un risultato netto in pareggio, rispetto alla perdita per azione di 0,05 dollari prevista dal mercato.

I ricavi sono scesi da 490 a 334 milioni di dollari, contro la stima di un dato pari a 392 milioni.
Per l'intero esercizio in corso BlackBerry prevede di realizzare un risultato per azione compreso tra 0 e -0,05 dollari.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento