-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 2 settembre 2016

Un possibile target per S&P 500

The most hated bull trend in history” (il più odiato trend rialzista della storia) continua a colpire. Così etichettato per la scarsa partecipazione degli investitori dopo la crisi Lehman Brothers, ha fatto registrare ad agosto un nuovo massimo storico a 2192 punti, proseguendo così la corsa dai minimi di ben 7 anni fa, con valori più che triplicati.
 

ANALISI GRAFICA MENSILE

La fuoriuscita a Luglio dalla lunga stabilizzazione che ha impegnato l’indice per tutto il 2015 (300 punti tra 1800 e 2100) ha fornito un nuovo impulso rialzista, seppure tra mille cautele derivanti da un quadro macro tutt’altro che stabilmente sereno (Brexit, un esempio a caso).

Dopo la formazione di un nuovo massimo, e guardando ai livelli dell’indice su base mensile, vi sono le condizioni tecniche per una estensione rialzista intorno ad area 2400 punti per questo movimento di medio periodo.

Un possibile target calcolato con una escursione di circa 300 punti, pari a quella della precedente stabilizzazione (rettangolo blu).
 
Sempre rimasta intatta la trendline rialzista dai minimi sui grafici mensili, così come sempre impostate al rialzo le medie mobili e l’RSI. Ora anche l’MACD di nuovo in inversione rialzista dopo la dubbia fase del 2015
La conformazione delle ultime candele non mostra al momento alcun segnale di potenziale inversione.

In ogni caso siamo probabilmente di fronte ad un trend maturo per cui il suggerimento è di operare con pazienza sulla debolezza, con la consapevolezza di poter perdere qualche opportunità immediata nel breve, nel caso di immediata continuazione rialzista.




 

LIVELLI OPERATIVI

 
Operando sulla debolezza, il primo livello di supporto interessante è area 2110, un ritracciamento che configurerebbe il classico pull back sui massimi precedenti, successivamente rotti al rialzo.

Area 2000 il secondo livello di supporto, che ha valenza psicologica ma non solo (reazione dei prezzi da quel livello già a Giugno 2016, Dicembre 2014)

Ultimo supporto valido in area 1914, dove orientativamente passa al momento la trendline rialzista di tutto il movimento settennale. Sotto questi livelli inizierà probabilmente un'altra storia, da aggiornare in funzione dei livelli precedentemente raggiunti e del nuovo quadro grafico.



ETF SU BORSA ITALIANA

 
Sono diversi gli ETF che seguono questo indice su borsa italiana, dal classico SPX (Isin: LU0496786574), agli strumenti hedged come IUSE (Isin: IE00B3ZW0K18), che ha il pregio di seguire con precisione il sottostante (non affetto dalle fluttuazioni Eur-Usd), al netto dei differenti orari di operatività tra la borsa italiana e quella USA.


Riccardo Zarfati
www.onehourtrading.it
Autore: Riccardo Zarfati

Nessun commento:

Posta un commento