-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 30 settembre 2016

Sotto La Lente Dell'Analisi Tecnica: attese e obiettivi sui principali titoli


La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti al principale indice di benchmark italiano, il FTSE MIB, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
Tenaris
Reazione perentoria quella di Tenaris (+9,35%) che balza con decisione oltre area 11,50/12 euro che da alcune settimane impediva ogni tentativo di rimbalzo.

Se il segnale venisse confermato in chiusura di ottava e all'inizio della prossima settimana si aprirebbero spazi per il ritorno sui massimi estivi a 13,20 e 13,45. Diversamente verrebbero vanificati i recenti sforzi e i prezzi potrebbero capitolare anche sotto 11,07 euro, minimi di agosto. 
-Target: 13,20 euro
-Negazione: 11,07 euro
-RSI (14): neutrale
Eni
Eni (+4,62%) in forte recupero questa mattina, ma ancora sotto soglie critiche.
Il titolo dovrà infatti riportarsi velocemente sopra area 13 per inviare segnali di ripresa convincenti. In tal caso la reazione potrebbe spingersi fino a 13,60, base del gap ribassista del 12 settembre e quota pari al 50% di ritracciamento del ribasso dati top di luglio, e più in alto fino ad area 14.

Segnali di debolezza invece nel caso di mancato ritorno sopra area 13/13,10, preludio a una rivisitazione dei minimi del mese a 12,18 euro.
-Target: 14 euro
-Negazione: 12,18 euro
-RSI (14): neutrale
Saipem
Saipem (+5,41%) in luce dopo l'annuncio a sorpresa dell'Opec di tagli alla produzione.
La notizia ha messo le ali al titolo che dal test a 0,35 della linea che sale dai minimi di febbraio è riuscito a riportarsi fino a 0,3750 circa, a un passo dalla prima resistenza a 0,38. Oltre questa soglia atteso il confronto con area 0,39/0,40 e successivamente a 0,4250, massimi da oltre un mese.

Il mancato superamento di area 0,38 complicherebbe nuovamente la situazione grafica ed entrerebbero nel mirino dei ribassisti i minimi di aprile a 0,30.
-Target: 0,4250 euro
-Negazione: 0,35 euro
-RSI (14): neutrale
Reply
Reply (-1,08%) balza oltre area 120, ostacolo critico che da oltre un mese frenava le ambizioni di crescita, ma poi termina la seduta a quota 118,7.
Conferme in chiusura di ottava questo limite permetterebbero un nuovo confronto con gli ostacoli successivi a 124 circa e 126, linea che scende dai record di marzo. Solo il superamento deciso di questo ultimo riferimento getterebbe le basi per la realizzazione di un ulteriore allungo verso nuovi record ipotizzabili in area 148 euro.

Rischio di ritorno alla debolezza invece sotto area 115. Solo sotto area 110 lo scenario verrebbe messo in discussione favorendo l'avvio di una correzione più estesa di quella vista negli ultimi mesi. 
-Target: 126 euro
-Negazione: 115 euro
-RSI (14): neutrale
Maire Tecnimont
Maire Tecnimont (+4,36%) accelera al rialzo dopo una fase di accumulazione sopra i supporti a 2 euro circa.
Il titolo dovrà però fare uno sforzo ulteriore e superare area 2,19 per ambire al test a 2,27 della media mobile a 100 giorni. Indicazioni negative giungerebbero invece sotto area 2 preludio all'affondo verso i minimi di inizio anno a 1,70/,75 circa.
-Target: 2,27 euro
-Negazione: 2 euro
-RSI (14): neutrale
Ferrari
Ferrari (+0,11%) raggiunge a 46,23 euro nuovi record, ritoccando quelli raggiunti a gennaio a pochi giorni dallo split da Fca, salvo poi tornare sui propri passi disegnando una "shooting star".

Solo oltre i top di ieri lo slancio potrebbe proseguire più in alto fino a 47/47,50, lato superiore del canale che sale dai minimi di febbraio. Discese sotto area 43 comporterebbero invece ripiegamenti verso area 41, picco di maggio, ultimo baluardo a difesa delle attese di crescita.
-Target: 47 euro
-Negazione: 41 euro
-RSI (14): neutrale
(CC)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento