-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 23 settembre 2016

Saipem cala dopo il rally. I broker apprezzano le nuove commesse


In linea con l'andamento negativo di Piazza Affari, quest'oggi perde terreno anche Saipem che arretra dopo il poderoso rally di ieri, quando la giornata si è conclusa con un progresso di oltre cinque punti percentuali. Quest'oggi il titolo cede il passo ad alcune prese di profitto e passa di mano negli ultimi minuti a 0,3684 euro, con un rosso dell'1,21% e volumi di scambio contenuti visto che fino ad ora sono transitate sul mercato poco più di 36 milioni di azioni, circa la metà della media giornaliera degli ultimi tre mesi.

Nuovi contratti in Medio Oriente e Sud America

Ieri Saipem è stato oggetto di forti acquisti dopo che la società ha fatto sapere di essersi aggiudicata nuovi contratti e l'estensione di alcuni già esistenti nella perforazione onshore in Medio Oriente e Sud America, per un valore complessivo di 430 milioni di dollari, pari a circa 383 milioni di euro.
In particolare Saipem ha ottenuto in Arabia Saudita un’estensione di 3 anni delle attività relative a 10 impianti di perforazione della capacità di 2000 HP.

Questo consente al gruppo di consolidare la sua presenza in una area strategica quale quella del Medio Oriente, in cui sono attualmente in attivita' trenta impianti onshore e tre offshore.
In Sud America, oltre a diverse estensioni di durata da 2 a 24 mesi per impianti di media ed alta potenza in Perù, Colombia, Bolivia e Cile, Saipem ha acquisito un nuovo contratto in Argentina per un impianto idraulico per un periodo di 18 mesi.
In questo modo la società rientra in uno dei mercati del segmento di perforazione onshore piu' rilevanti per dimensione del Sud America, caratterizzato da importanti prospettive di crescita tali da attrarre l'interesse di grandi compagnie petrolifere internazionali.

Equita SIM e Kepler Cheuvreux cauti sul titolo

Per gli analisti di Equita SIM si tratta di una notizia positiva in quanto con questi contratti Saipem consolida la sua presenza in un’area strategica quale quella del Medio Oriente, e rientra in un mercato quale quello argentino tra i più interessanti per prospettive.


Con questo contratto la SIM milanese stima che la raccolta ordini complessiva su base annua raggiunge 6,3 miliardi di euro, al di sotto della sua stima per il 2016 pari a 7,1 miliardi di euro.
Gli analisti si aspettano che la perforazione onshore chiuda l'anno in corso con un Ebit leggermente negativo, penalizzato soprattutto dalla riduzione di attività in Venezuela, per recuperare leggermente nei prossimi due anni.

Confermata intanto la view neutrale su Saipem che per Equita SIM merita una raccomandazione "hold", con un prezzo obiettivo a 0,48 euro.
Lo stesso giudizio viene ribadito da Kepler Cheuvreux, con un target price ritoccato leggermente da 0,44 a 0,45 euro. Sulla scia dei nuovi contratti annunciati ieri, il broker ha deciso di rivedere verso l'alto la stima di raccolta ordini 2016, mentre le previsioni sui ricavi dei prossimi due anni sono state aumentate di circa il 16% nella perforazione onshore.


Maggiormente positiva la view di Banca Akros che consiglia di accumulare Saipem in portafoglio, con un fair value a 0,46 euro, sulla scia della buona notizia arrivata ieri dai nuovi contratti aggiudicati dal gruppo.

Icbpi mantiene view negativa

Questi ultimi sono accolti con favore anche da Icbpi, i cui analisti fanno sapere che grazie alle nuove commesse la raccolta del drilling onshore dovrebbe spingersi oltre la soglia di 1 miliardo di euro a fine anno.

Icbpi però segnala che l'impatto sui ricavi di quest'anno dovrebbe rivelarsi piuttosto contenuto e anche per questo motivo gli esperti mantengono una view negativa su Saipem, per via di uno scenario di settore ancora molto difficile, ribadendo così la raccomandazione "sell", con un prezzo obiettivo a 0,32 euro.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento