-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 19 settembre 2016

Piazza Affari: non è ancora possibile sciogliere la riserva


Avvio di settimana nel segno del rimbalzo per le Borse europee che dopo le vendite di venerdì scorso sono riuscite a dare vita ad un recupero, chiudendo gli scambi a ridosso dei massimi intraday. Il Dax30 è rimasto più indietro con un progresso dello 0,95%, preceduto dal Cac40 e dal Ftse100 che si sono apprezzati rispettivamente dell'1,43% e dell'1,54%.

Ftse Mib in ripresa, ma una rondine non fa primavera

Conclusione positiva anche a Piazza Affari dove il Ftse Mib si è fermato a 16.399 punti, con un progresso dell'1,28%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 16.489 e un minimo a 16.259 punti.


L'indice ha avviato gli scambi già in salita e nel corso della seduta ha provato a riconquistare la soglia dei 16.500 punti, l'avvicinamento della quale però ha fatto tornare leggermente più in basso i corsi.
Dopo una settimana decisamente pesante per l'indice delle blue chips, il recupero odierno va letto nell'ottica di un semplice rimbalzo e non è certo sufficiente a considerare scongiurato il pericolo di nuovi ribassi.

Con un ritorno al di sopra dei 16.500 punti si potrà assistere ad un primo allentamento della tensione in vendita, con primo obiettivo area 17.000. Oltre questa soglia di prezzo ci sarà spazio per un ritorno sui recenti massimi in area 17.400 da cui è partita la pesante flessione della scorsa settimana.
La mancata riconquista dei 16.500 punti favorirà un pronto ritorno delle vendite, con primo obiettivo area 16.200 e target successivo a 16.000 punti.


Negativo sarà l'abbandono di quest'ultimo livello che aprirà le porte ad ulteriori ripiegamenti verso i 15.500 prima e in seguito in direzione dei minimi dell'anno in area 15.000. 
L'attuale fase del mercato richiede ancora cautela in attesa di capire se si possa considerare o meno esaurita la fase ribassista sviluppatasi nelle ultime sedute.

I market movers in America e in Europa

Per domani sul fronte macro Usa si segnala l'indice Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene americane.

In agenda anche due aggiornamenti relativi al settore immobiliare e si tratta dei nuovi cantieri edili che ad agosto dovrebbero calare da 1,211 a 1,2 milioni di unità, mentre le licenze di costruzione dovrebbero salire da 1,152 a 1,16 milioni di unità.
Dopo la chiusura di Wall Street saranno diffusi i risultati degli ultimi tre mesi di Adobe Systems e di FedEx con un eps atteso di 0,72 e di 2,78 dollari, ma si conosceranno anche i conti trimestrali di KB Home che per non deludere le attese dovrà centrare l'obiettivo di un utile per azione pari a 0,39 dollari.
In Europa si guarderà alla Germania dove saranno diffusi i prezzi alla produzione che in riferimento al mese di agosto sono visti in positivo dello 0,1% rispetto allo 0,2% precedente.


Da seguire in Spagna l'asta dei titoli di Stato con scadenza a 3 e a 9 mesi per un ammontare tra 2,5 e 3,5 miliardi di euro.

I titoli da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari saranno diffusi i risultati del primo semestre di Ambienthesis, Blue Financia. Communication e Primi sui Motori.

Da segnalare un'assemblea degli azionisti di Assiteca per deliberare in merito alla fusione per incorporazione di Assiteca & Co e Assiteca BA.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento