-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 23 settembre 2016

Piazza Affari in rosso, ma gli energetici sfidano il listino


Reagiscono a Piazza Affari gli energetici, che recuperano le perdite della mattinata e ritornano al giro di boa sopra la parità, facendo dunque meglio di un Ftse Mib in arretramento di quasil'1%. 
Oscilla intorno alla perfetta parità il titolo Eni, che viaggia al momento a 12,95 euro per azione. Sta tentando invece il passaggio in area verde in questi minuti Saipem (+0,05% a 0,3731 euro), che dopo alcune prese di profitto  stamane - fisiologiche visto il rally del 5% messo a segno ieri - risente di alcune buone notizie arrivate nelle ultime ore.

Fa peggio Tenaris, che scivola al momento dell'1,18% e scambia negli ultimi minuti a 11,76 euro per azione. 

Eni: buone notizie dall’Algeria

Ieri le azioni ENI avevano beneficiato delle notizie arrivate dall’Egitto. La società infatti ha ritoccato le stime sulla produzione futura del campo Baltim South West, per il quale si prevede adesso un potenziale di 28 miliardi di metri cubi di gas, facendo salire a 86 miliardi di metri cubi di gas”  il potenziale della cosiddetta ‘Great Nooros Area’.
Oggi arrivano invece buone notizie dall’Algeria.

Eni, la cui collaborazione con lo stato algerino risale agli anni settanta ed estrae nel paese 100 mila barili di petrolio al giorno, è adesso la prima società a trovare un accordo per lo sviluppo delle energie alternative. Secondo quanto comunicato dal gruppo, Eni ha raggiunto un’intesa con Sonatrach per la realizzazione di progetti nel campo delle energie rinnovabili in Algeria.
Nello specifico, un progetto riguarderà la costruzione di un impianto fotovoltaico nel campo di Bir Rebaa North, da avviare entro la fine dell’anno. La societa guidata da Descalzi, che è oggi il primo partner strategico per l’Algeria con gli 11,5 miliardi investiti negli ultimi 5 anni, porta avanti in questo modo il piano stilato all’inizio dell’estate dall’AD insieme ai vertici della Sonatrach.
  

Saipem gode del nuovo giudizio di Kepler

Vira al rialzo anche Saipem, sul quale avevano pesato questa mattina alcune prese di profitto dopo l’ottimo rally di ieri.
Nelle scorse ore gli analisti di Kepler Cheuvreux, pur mantenendo sul titolo una raccomandazione Hold, hanno rivisto il target price che passa da 0,40 a 0,45 euro, con una possibilità di upside di circa il 20% rispetto alle attuali quotazioni dell’azione.
L’aggiornamento da parte del broker francese è arrivato grazie alle buone prospettive apertesi per con la notizia dei nuovi contratti, per un ammontare complessivo di 430 milioni, ottenuti da Saipem in Sudamerica e Medio Oriente.
A cominciare dal nuovo contratto in Argentina per un impianto idraulico che starà in funzione per un periodo di 18 mesi.

Gli esperti fanno infatti notare che proprio l’Argentina rappresenta per Saipem uno dei mercati più rilevanti per il segmento di attività onshore in Sudamerica.

Le ultime novità sul greggio

Intanto riprende quota il greggio, con gli investitori  in attesa del vertice Opec della prossima settimana.  Stando alle ultime notizie, si sarebbero risolti in un nulla di fatto i colloqui tra Iran e Arabia Saudita per arrivare a un’intesa prima dell’incontro.
E secondo un sondaggio dell’agenzia Reuters delle ultime ore, meno di un decimo degli analisti si aspetta al momento che i paesi Opec possano riuscire ad accordarsi sul congelamento della produzione.

I future sul Wti con scadenza a novembre guadagnano lo 0,14% a 46,38 dollari al barile.

Il contratto sul Brent con scadenza analoga viaggia a 48,05, in rialzo dello 0,84%.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento