-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 6 settembre 2016

Piazza Affari: confermate le potenzialità rialziste di breve

Gli spunti positivi registrati venerdì scorso dalle Borse europee non hanno trovato un seguito quest'oggi. I listini del Vecchio Continente, che hanno evidenziato volumi di scambio inferiori alla media per via della chiusura di Wall Street in occasione del Labor Day, hanno terminato le contrattazioni in lieve calo.
Il Dax30 e il Ftse100 sono scesi rispettivamente dello 0,11% e dello 0,22%, mentre il Cac40 ha mostrato un frazionale ribasso dello 0,02%.

Il Ftse Mib resta orientato al rialzo: gli obiettivi di breve

Solo Piazza Affari si è presentata al close con il segno più, visto che il Ftse Mib si è fermato a 17.190 punti, con un frazionale progresso dello 0,04%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 17.333 e un minimo a 17.157 punti.


L'indice delle blue chips ha provato a spingersi ancora in avanti, ma è stato respinto dall'area dei 17.300 punti, fermandosi comunque al di sopra dei minimi di venerdì scorso.
La seduta odierna si presenta un po' interlocutoria e può essere letta nell'ottica di un consolidamento, visto che di fatto non apporta alcuna modifica al quadro grafico già delineatosi prima del week-end.

Con la rottura di area 17.000/17.100 il Ftse Mib si è aperto la strada verso nuovi rialzi che avranno come primo target la soglia dei 17.300-17.500 e come obiettivo successivo l'area dei 18.000 punti, ossia i livelli pre-Brexit.
Eventuali indebolimenti dell'indice andranno a mettere sotto pressione l'area dei 17.100/17.000, con probabili ripiegamenti verso i 16.800/16.700 prima e in direzione dei 16.500 punti in un secondo momento.


Una discesa fino a questi ultimi valori sarà compatibile con un ripresa degli acquisti e un ritorno al di sopra di area 17.000.
Maggiore incertezza si avrà in caso di cedimento di area 16.500, sotto cui la discesa proseguirà in direzione dei 16.000 punti. Molto importante sarà la tenuta di quest'ultimo livello per evitare approfondimenti ribassisti che troverebbero un primo sostegno in area 15.500 e un supporto successivo sui minimi dell'anno in area 15.200/15.000.

I market movers in America e in Europa

Per oggi sul fronte macro Usa oltre all'indice settimanale Redbook, relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene Usa, si conoscerà il dato finale dell'indice PMI servizi di agosto, atteso a 50,9 punti, in linea con la lettura preliminare e in calo rispetto ai 51,8 punti della versione definitiva di luglio.

Per l'indice ISM servizi di agosto si stima un rialzo da 55,5 a 55,7 punti. 
Prima dell'avvio degli scambi saranno diffusi i risultati degli ultimi tre mesi di Marvell Technology, dai quali ci si attende un utile per azione pari a 0,11 dollari.
In Europa sarà diffuso il dato finale del PIL del secondo trimestre che dovrebbe mostrare una variazione positiva dello 0,3%, in linea con la lettura preliminare, ma in frenata rispetto al rialzo dello 0,6% dei primi tre mesi dell'anno.


In Germania saranno resi noti gli ordini al settore manifatturiero per i quali a luglio si prevede un rialzo dello 0,5%, in rimonta rispetto al calo dello 0,4% di giugno.

I titoli e i temi da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari si conosceranno i risultati del primo semestre di Beghelli e Sol, ma si segnala anche un'assemblea degli azionisti di Mondo TV per deliberare in merito all'emissione di un prestito obbligazionario convertibile riservato e relativamente all'aumento di capitale del gruppo.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento