-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 23 settembre 2016

La Apple guarda alla Mc Laren o alla Lit Motors?


La Apple è pronta a scendere in pista e a correre. Per il momento sembrerebbe di sì, dato che ha manifestato l’intenzione di acquistare la Mc Laren, il produttore di auto di lusso sportive. Secondo quanto riporta il Financial Times, le trattative tra Cupertino e la popolare scuderia automobilistica sarebbero iniziate alcuni mesi fa, e rappresenterebbero l’intenzione della Apple di rivoluzionare il mondo delle auto.
L’amministratore delegato di Mc Laren, Michael Flewitt, smentisce i rumors.
Una smentita, comunque, che non serve a buttare acqua sul fuoco. Secondo le prime valutazione la casa automobilistica inglese potrebbe valere intorno ai 2 miliardi, e sarebbe, per la Apple la più grande acquisizione dopo aver messo mano (per tre miliardi) su Beats. 
Costi troppo alti? Non sembrerebbe dato che stiamo parlando di una società da 600 miliardi di dollari di capitalizzazione e 160 miliardi di liquidità, il cui affidamento quasi totale ad un solo prodotto, l'iPhone, potrebbe allarmare gli investitori.

Scommettere forte sul futuro è esattamente ciò che Apple dovrebbe fare. 
Una delle prime conseguenze di un'acquisizione o di un investimento strategico in McLaren potrebbero essere le dimissioni del manager di Apple Eddie Cue dal consiglio di amministrazione di Ferrari. La passione per le auto accomuna diversi manager Apple: Sir John Ive, responsabile del design a cui si devono alcuni dei prodotti più belli di Cupertino, è un appassionato di Aston Martin.

Phil Schiller, vice presidente per il marketing di Apple, ha una McLaren.
Secondo il Financial Times, unendosi a McLaren, Apple potrebbe spingere sull'acceleratore del progetto legato all'auto che si guida da sola: potrebbe infatti sfruttare competenze di alto livello d'ingegneria, di sistemi di computer a bordo di un veicolo e di innovativi materiali per il telaio di una vettura come la fibra di carbonio e l'alluminio. 
Ricordiamo che da anni la Apple lavora su un progetto di auto autonome, conosciuto con il nome Project Titan, anche se ultimamente la società ha rallentato un poco gli sforzi.

Scegliere di acquistare una società come McLaren, sotto alcuni aspetti sarebbe ottimale. Il valore della casa inglese non consisterebbe tanto nelle auto, ma nel software e nel fatto di essere un produttore di nicchia. Per poter proseguire nel progetto dell’auto che si guida da sola, alla Apple non occorre acquistare una casa automobilistica che produce milioni di auto.
L'interesse per McLaren conferma le difficoltà della Silicon Valley nella produzione di auto: i big dell'hi tech possono contare sul software ma hanno carenze evidenti nella produzione manifatturiera dei veicoli, che non può essere improvvisata. 
Secondo il New York Times invece la società fondata da Steve Jobs avrebbe intrapreso trattative anche con la Lit Motors, start up che ha sviluppato moto elettriche.

Secondo il quotidiano, Apple avrebbe già assunto alcuni ingegneri della Lit Motors, l'azienda fattasi conoscere per alcuniprogetti originiali e soprattutto per il C-1. Ovvero un veicolo carrozzato sull'esempio di un'auto, ma con due ruote monotraccia, come la moto, e quindi in grado di inclinarsi in curva. 
Autore: Volcharts.com Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento