-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 14 settembre 2016

I Buy di oggi da Fca a Unipol


Per gli analisti di Banca Imi valgono un buy Generali con prezzo obiettivo di 16 euro dopo che l’ad Philippe Donnet ha confermato che la compagnia non ha in programma alcuna operazione di integrazione con Axa o altre realtà, SeSa con target price di 21,60 euro in scia ai risultati positivi del primo semestre dell’esercizio 2016/2017 e Unipol con fair value di 3,60 euro in vista del fatto che Holmo, che controlla una quota del 28,8% di Finsoe (possibile futuro azionista diretto di Unipol), potrebbe essere vicino alla conclusione di un accordo con le banche per rifinanziare il proprio debito.
Sempre per Banca Imi valgono invece un add Enel con target di 4,50 euro (l’Opa totalitaria della controllata Enel Enersis Americas sulle azioni di Endesa Americas inizierà oggi per protrarsi fino al 28 ottobre), Poste Italiane con obiettivo di 8,10 euro data la probabile proroga del collocamento della seconda tranche del gruppo sul mercato e in vista della possibile conclusione (secondo indiscrezioni stampa) nelle prossime settimane dell’acquisto da Cdp di una quota di Sia, la società che gestisce il sistema italiano dei pagamenti e Tod’s con fair value di 64,30 euro in vista probabile del miglioramento delle vendite nel secondo semestre.
Proseguendo, Banca Akros giudica buy Fiat Chrysler Automobiles con target price di 10 euro in scia alla stima per il 2017 e il 2018 di un livello di spese per investimento in linea con quanto realizzato nel 2016 e quindi in un range compreso tra gli 8,5 e i 9 miliardi di euro (pari al 7,6-8% dei ricavi netti previsti).

Giudizio accumulate invece per Enel con prezzo obiettivo di 4,50 euro e Poste Italiane con obiettivo di 7,90 euro.
Ancora, per Ubs vale un buy Saras con target di 1,80 euro mentre per Deutsche Bank sono buy Luxottica con fair value di 52 euro, Safilo con obiettivo di 14 euro e Telecom Italia con target di 1,19 euro.
Passando poi ai titoli esteri, Vontobel valuta buy il gruppo svizzero Richemont con fair value di 75 franchi nonostante il calo delle vendite del 13% registrato tra aprile ed agosto.
Gianluigi Raimondi

Autore: Finanzaoperativa.com Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento