-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

sabato 17 settembre 2016

FtseMib sui minimi del mese, ma non tutto è perduto.

Seduta di chiusura di settimana da dimenticare per l'indice FtseMib che si riaffaccia verso i minimi di periodo in area 16.200 ma ad ogni modo staziona al di sopra di quello che è il riferimento tecnico a cifra tonda più importante per il medio periodo.

Il supporto che deve tenere

E' indubbio infatti che i rialzisti si attendano un mantenimento dei prezzi al di sopra del sostengo statico e psicologico che passa da area 16.000 punti; speranza alimentata non tanto dal fatto di voler/dover operare a tutti i costi in questo particolare contesto, quanto per evitare una spiacevole sensazione di vertigine nel rivedere i livelli post-brexit sui 15.000 punti. 

Cosa c'è di interessante?

Il fatto che negli ultimi 4 mesi abbiamo avuto una successione di minimi crescente ed inoltre, il fatto che settembre abbia riportato l'indice (seppur per poco tempo) al di sopra dei 17.300 punti, sono entrambi fenomeni che oggettivamente non possono passare del tutto inosservati.
Tra le righe potremmo leggere infatti che nel breve la tendenza del FtseMib non è ribassista e nel medio, l'assestamento dei prezzi in un'area orizzontale che passa dai 15.000 ai 16.000 punti, rappresenterebbe un congiunturale tentativo di cementificazione di un supporto di lungo corso sul quale tentare di scrivere una nuova storia rialzista.

Due titoli per il weekend

Stmicroelectronics ed Eni sono i titoli sui quali mi sento in dovere di spendere due parole, considerando che almeno sul 78% delle Blue Chip di Piazza Affari, c'è davvero ben poco da dire.

Se vuoi conoscere il mio punto di vista sui titoli, ti consiglio di dare uno sguardo allavideoanalisi allegata a questo articolo
Sarei lieto di ricevere un tuo commento che potrai lasciare nel riquadro sottostante il video.



Autore: Fabio Brigida Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento