-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 27 settembre 2016

Ftse Mib: "Stay hungry, stay foolish"

Alessandro Busnelli
​Trader e Consulente Finanziario Indipendente
http://www.tradingmilano.it
http://www.consulentefinanziariomilano.it
 
FTSEMib : “ Stay hungry, stay foolish”

Superato l’appuntamento con le scadenze tecniche e la settimana delle Banche Centrali (BOJ e FED), a distanza di 3 mesi ci ritroviamo ancora ingabbiati nel movimento provocato dallo shock della Brexit.
Il tentativo di riprendersi dallo spavento si è arrestato ad inizio Settembre, in corrispondenza del 78,6%  di ritracciamento del calo giornaliero più negativo della storia del ns indice (-12,5% seguito da un ulteriore -4%) , per riportarsi in chiusura di settimana esattamente sul livello centrale del movimento ( 16500 ca).
Abbiamo un triplo minimo di breve in area 16140, che è la soglia monitorata dai più per capire se quello sia il minimo che in grado di confermare ancora una volta la ricorrente tendenza negativa del mese che segue la pausa festiva.
In caso contrario dovremmo aspettarci nuovi minimi e da quelli provare a cavalcare la stagionalità positiva che statisticamente accompagna invece l’ultimo trimestre dell’anno.
Statistiche a parte, il secondo semestre 2016 si sta caratterizzando per un andamento erratico cui bene si adatterebbe il motto coniato da  Steve Jobs in uno dei suoi ultimi discorsi, oltre 10 anni fa.
Siate affamati , siate folli.
Folli come chi è pronto a cambiare opinione sulla direzione del Mercato, ora lunghi e ora corti in assenza di una tendenza persistente; affamati dei rendimenti che questa tattica produce senza cercare di far correre le posizioni direzionali perché di una direzione – per ora- non c’è traccia.
In un’ottica di più lungo periodo dobbiamo augurarci che il minimo visto in Giugno ( corrispondente al doppio minimo di Aprile e Giugno 2013) sia il minimo dell’anno.
Se confermata la sua tenuta gli obiettivi rialzisti ragionevolmente raggiungibili da un impulso rialzista si trovano a 18mila prima e area 19mila poi.


 
Autore: Alessandro Busnelli

Nessun commento:

Posta un commento