-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 30 settembre 2016

FIB: operatività valida per la giornata


Oscillatori: nonstante il recupero del mercato e dei relativi valori del RSI durante la scorsa seduta, l’oscillatore non è uscito dalla condizione flat per rientrare long, sia a causa del gap d’apertura (sopra il max di ieri ma non sopra il livello chiave) sia per la mancata conferma almeno su timeframe intraday.
Lo stocastico, come atteso, ha inserito uno stop cautelativo in area 16300 subito dopo l’apertura ed è stato chiuso in giornata, tornando flat.
Volumi: flat e nessun segnale per la prossima seduta.

Operatività su base grafica

L’area di riferimento rimane dunque 16000-16400 punti si è dimostrata ancora una volta affidabile; dopo un’apertura e una marginale rottura, infatti, è mancata la necessaria conferma almeno su base intraday e le quotazioni sono rientrate poco sopra i valori precedenti in close serale.

La situazione appare, dunque, ancora incerta, da valutare principalmente in caso di break consolidato, almeno per ora.

Operatività su base statica

Come indicato nel precedente articolo (“In caso di recupero immediato occorrerà fare attenzione al primo ostacolo indiretto e di ritorno a 16450/16500 punti”) il rialzo deciso già in apertura si è scontrato con il primo ostacolo utile che ha costretto il mercato a tornare sui suoi passi immediatamente.

Ancora una volta si delinea quindi la possibilità di ripresa della discesa almeno verso 15800/15900 mentre la resistenza superiore rimane a 16800/16850 circa.
Per il medio termine: la situazione rimane identica ormai da diversi mesi dopo la condizione di debolezza generatasi con il break ribassista di conferma anche sotto area 16900 punti (precedenti rotture consolidate sotto 21350 e 19600 punti).
Prossimi obiettivi a 15800/15900 circa e, qualora cedesse anche questo livello, a 14800 punti circa.

Operatività su base dinamica

Una rottura sotto i minimi recenti rischierebbe di creare nuove opportunità per i ribassisti mentre un break sopra i massimi odierni potrebbe favorire nuovi recuperi.

Per chi non opera intraday potrebbe tuttavia essere opportuno attendere la close sopra/sotto i livelli di cui sopra per maggiore sicurezza (l’apertura e la prima ora potrebbe essere determinante).

Trend presunto di breve termine e operatività su base ciclica

Trend grafico di brevissimo termine il mercato evidenzia sempre una prima resistenza a 16570 punti ed un supporto in area 16050-16100 circa.
Trend di breve termine: negativo da 16500, il mercato ha toccato l’obiettivo minimo a 16100 durante le ultime sedute.

Primo ostacolo a 16570 punti.
Ciclico-prezzi: il Minor-Trend rimane in posizione short da 16510 punti mentre il primo ostacolo, in caso di ripresa, rimane a 16440/16450, livello che con precisione ha respinto gli attacchi dei rialzisti durante l’ultima seduta;  il Main-trend è sempre short da 17100 con stop cautelativo ora a 16700/16800.
Autore: Marco Benzoni Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento