-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 23 settembre 2016

FIB: operatività valida per la giornata


Oscillatori: il RSI continua la sua risalita e ora entra in area di ipercomprato lieve; lo Stocastico, incrociato al rialzo con la sua media, avvicina invece la sua mediana. Entrambi hanno dato segnali rialzisti con la rottura sopra area 16500.
Volumi: flat e ora possibile segnale long per la prossima seduta.

Operatività su base grafica

Il mercato ha forzato al rialzo la prima resistenza utile indicata a 16550/16600 punti ma è mancata, in parte, l’incisività in close serale.

La prossima apertura, dunque, potrebbe meglio chiarire se gli operatori hanno intenzioni serie per l’eventuale continuazione del rimbalzo iniziato in modo cauto qualche giorno fa, dopo i minimi di brevissimo termine. In caso di conferme, il primo obiettivo potrebbe essere tra 16750 e 16800 punti mentre la nuova resistenza si identificherebbe a 16950/17000 punti circa.
Pericoloso un immediato ritorno sotto area 16300 (meglio se confermato in chiusura di seduta).

Operatività su base statica

Come atteso, un nuovo ritorno sopra 16350/16370 ha permesso nuova fiducia e il conseguente ritorno in area 16500/16550; qualora il mercato mostrasse una forza rinnovata anche la prossima seduta il successivo livello target dovrebbe collocarsi almeno in area 16800, mentre ulteriori accelerazioni che dovessero portarsi anche in area 17000 potrebbero rappresentare occasioni di vendita sulla forza intraday/di brevissimo termine.

Primo supporto indiretto e di ritorno a 16330 (in area 16500 si rileva un intermedio ma di minore importanza).
Per il medio termine: la situazione rimane identica ormai da diversi mesi dopo la condizione di debolezza generatasi con il break ribassista di conferma anche sotto area 16900 punti (precedenti rotture consolidate sotto 21350 e 19600 punti).
Prossimi obiettivi a 15800/15900 circa e, qualora cedesse anche questo livello, a 14800 punti circa.

Operatività su base dinamica

I minimi a 16000/16100 rimarranno il primo supporto di periodo anche per la prossima seduta; al rialzo, l’apertura odierna sopra 16180 e la rottura dell’area già definita a 16400/16450 ha permesso un ulteriore allungo anche sopra i 16600 punti.

Tutto da verificare, dunque, durante la prossima seduta.

Trend presunto di breve termine e operatività su base ciclica

Trend grafico di brevissimo termine: negativo da 16630 ma ora chiusura sopra la prima resistenza già indicata a 16430. In fase di valutazione il possibile cambio di strategia dell’indicatore.
Trend di breve termine: negativo da 16500, resistenza a 16520 centrata e che, questa volta, fa spostare il livello al rialzo a 16650 punti.
Ciclico-prezzi: il Minor-Trend rimane in posizione short da 16510 punti e primo ostacolo, in caso di ripresa, a 16570 circa, perfettamente centrato durante la seduta appena conclusa, mentre il Main-trend è sempre short da 17100 con stop cautelativo a 17800 (un’eventuale rottura sotto i minimi infrasettimanali scorsi potrebbe permettere un moderato aggiornamento dello stesso).
Autore: Marco Benzoni Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento