-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 19 settembre 2016

FIB: operatività valida per la giornata


Oscillatori: sia RSI che Stocastico si trovano in area di ipervenduto ma solo il primo ha attraversato il livello di ipervenduto grave, seppure marginalmente. Possibile, in ogni caso e se dovesse formarsi un’altra seduta di decisa negatività, che il mercato possa meditare un rimbalzo, fosse anche solo di brevissimo termine per far rientrare proprio l’eventuale eccesso di ipervenduto in formazione.
Volumi: permane la negatività dopo la rottura sotto i 16600 punti; un ritorno immediato sopra lo stesso livello potrebbe far tornare la condizione di neutralità.

Operatività su base grafica

L’ultima seduta ha evidenziato la piena negatività aprendo e chiudendo in deciso ribasso rispetto alla seduta precedente.

Al momento si identificano potenziali livelli di resistenza a 16350/16400 e 16550/16620 punti circa.

Operatività su base statica

La rottura realizzata nei giorni scorsi sotto 16800 governa ancora il mercato inducendo negatività; anche l’obiettivo minimo a 16450/16500 punti è stato ampiamente raggiunto e superato e, in caso di nuova rottura al ribasso, le quotazioni potrebbero affondare anche a 15830/15920 punti almeno; in caso di recupero si dovranno considerare due livelli di possibile resistenza a 16450/16500 e l’area tra 16850 e 16950 punti circa.
Per il medio termine: la situazione rimane identica ormai da diversi mesi dopo la condizione di debolezza generatasi con il break ribassista di conferma anche sotto area 16900 punti (precedenti rotture consolidate sotto 21350 e 19600 punti).

Prossimi obiettivi a 15800/15900 circa e, qualora cedesse anche questo livello, a 14800 punti circa.

Operatività su base dinamica

Il primo cedimento sotto 17000 ha creato le condizioni per il raggiungimento immediato del target minimo a 16500/16550 circa; l’ultima seduta ha inoltre visto la rottura sotto un altro supporto, dinamico di riflesso, che, se confermato, rischierebbe di creare nuove condizioni ribassiste con un nuovo target almeno in area 15700/15750 e, in caso di ulteriore debolezza, anche in area 15000/15300 punti.

Trend presunto di breve termine e operatività su base ciclica

Trend grafico di brevissimo termine: negativo da 16630.
Trend di breve termine: negativo da 16500.
Ciclico-prezzi: il Minor-Trend rimane in posizione short da 16510 punti mentre il Main-trend è sempre short da 17100 con stop cautelativo a 17800 (un’eventuale rottura sotto i minimi infrasettimanali ultimi potrebbe permettere un moderato aggiornamento dello stesso).
Autore: Marco Benzoni Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento