-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 14 settembre 2016

Fca in ripresa dopo avvio shock. Gli analisti non cambiano idea


A Piazza Affari si continua a guardare con un certo interesse ad Fca che oggi sta vivendo la quinta seduta consecutiva al ribasso. Il titolo, dopo aver chiuso la sessione di ieri con un calo di quasi un punto percentuale, quest'oggi ha vissuto un avvio shock, scendendo a segnare un minimo intraday a 5,54 euro, con un affondo di circa quattro punti e mezzo percentuali.
In seguito si è avuto un pronto recupero del titolo e questo ha indotto anche a spiegare il movimento ribassista come probabile frutto di un ordine errato, vista l'assenza di notizie tali da giustificare un simile crollo.

Fca risale la china dopo partenza turbolenta

Fca intanto continua a risalire la china pur mantenendosi ancora al di sotto della parità, visto che negli ultimi minuti viene scambiato a 5,77 euro, con un ribasso dello 0,52% e oltre 8 milioni di azioni transitate sul mercato fino ad ora, rispetto alla media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a quasi 18 milioni di pezzi.

Confermate le stime del gruppo al 2018

In occasione di un piccolo road show negli Stati Uniti del CFO Richard Palmer, sono state confermate ieri le stime al 2018, con ricavi attesi a circa 136 miliardi di euro, un utile netto rettificato tra 4,7 e 5,5 miliardi di euro, un Ebit rettificato tra 8,7 e 9,8 miliardi e un attivo di cassa fra 4 e 5 miliardi di euro.

Mediazione UE tra Italia e Germania su disputa emissioni

Intanto due sono i temi chiave all'attenzione degli investitori: da una parte il riassetto di Magneti Marelli e dall'altra la disputa sui controlli delle emissioni inquinanti con la Germania.


Con riferimento alla seconda questione, alcune fonti di stampa riferiscono che ieri la Commissione europea ha invitato Italia e Germania ad incontrarsi il mese prossimo a Bruxelles, per discutere della disputa nata in merito all'esito dei test sulle emissioni condotti sul modello Fiat 500X, una vettura Euro6.

La Germania ha accusato il Lingotto di superare la soglia legale di emissioni per il modello in questione, mentre Fca e le autorità italiane non riconoscono tali accuse.

La view di Icbpi e di Mediobanca

Secondo gli analisti di Icbpi sarebbe auspicabile una rapida soluzione di questa disputa tra Italia e Germania visto che l'incertezza che si trascina da tempo su questo argomento ha penalizzato più volte il titolo Fca.


A detta di Icbpi la mediazione della Commissione UE deve essere valutata positivamente, motivo per cui gli analisti mantengono una view bullish su Fca, con na raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 11,3 euro.
Per gli esperti di Mediobanca Securities la vicenda sulle emissioni è molto marginale, visto che il modello sotto accusa in Europa rappresenta una parte frazionale delle vendite di Fca.
Gli analisti restano cauti sul titolo e mantengono invariato il rating "neutral" con un target price a 7 euro.

Focus sulla cessione di Marelli: le previsioni degli analisti

La seconda questione al centro dell'attenzione è la possibile fase di stallo nella cessione di Magneti Marelli, visto che Samsung è al momento alle prese con altri problemi, dopo il cambio al vertice che ha visto salire alla guida del gruppo Lee Jae-Yong, nipote del fondatore della società coreana e membro del Cda di Exor.
Secondo gli analisti di Banca Akros, Lee Jae-Yong avrà un ruolo più determinante in Samsung anche con riferimento a decisione strategiche e di M&A.

C'è da dire che il gruppo coreano sta vivendo momenti difficili per la questione dei richiami del Galaxy Note 7 e questo potrebbe ritardare un possibile deal su Magneti Marelli. 
Questo tuttavia non induce Banca Akros a cambiare idea su Fca che resta un titolo da acquistare con un fair value a 10 euro.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento