-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 1 settembre 2016

Enel e un express con la memoria "lunga"...

Finalmente 17.000 è stato violato dal nostro indice. Non che cambi qualcosa, sia chiaro, è 18.000 il livello pre-brexit, e tuttavia 17.000 è stato per diverse settimane un livello chiaro, evidente e un perfetto ambiente per lo swing trading. Fino a quando (oggi 1 settembre) non è stato violato perdendo quindi il suo ruolo di argine.

Sono state settimane interessanti per l’intraday dove, grazie a una volatilità non eccessiva e a argini ben delineati, si è potuto fare del trading “old school”, scalate e mosconate veloci. Per il multiday il discorso è stato ben diverso, tensioni al rialzo, tensioni al ribasso e inevitabilmente LUI protagonista. Lo stop loss che ha causato danni enormi a una massa altrettanto enorme di trader.

Già, perché comperare un titolo e vederselo a -3% dopo 1 giorno fa saltare lo stop a molti. Solo che poi il giorno dopo seguiva un +4% e poi nuovamente un -3% e via così. Questo è stato l’ambiente operativo delle ultime settimane.
Si è salvato, e bene, chi ha intuito la direzione di fondo del mercato e ha accumulato proprio quei temi che più erano scesi e che più hanno cavalcato il rimbalzo.

Ma, attenzione! Il trend è ancora ribassista e quindi ben ha fatto chi ha operato in swing trading con stop ampi, e altrettanto bene farà chi revisionerà i segnali di uscita. Che, vista la situazione di fondo andrebbero divisi in 3. La prima parte a target, cosa che usualmente evito di fare odiando le vendite a obbiettivo, la seconda parte con uno stop di protezione non troppo distante dai 17k. E, infine, l’ultimo stop ben distante dalle quotazioni attuali, magari vicino al prezzo di carico.

Bene, questa la strategia di fondo. Ora la prossima soglia da monitorare è ben distante, 18.000, livello che sembra ancora distantissimo ma che, potete scommetterci, sarà ben sentito dal mercato. E permetterà altri trade tattici interessanti. Certo, questa strategia dipenderà molto dalla chiusura settimanale dell’indice, ma di fondo è quello che mi aspetto.

Nelle settimane precedenti abbiamo visto alcuni certificati (bonus cap e top bonus) che avevano condizioni interessanti, e infatti siamo stati ben premiati nell’attesa, tuttavia oggi voglio portare la vostra attenzione su uno strumento con “memoria” che potenzialmente si presta a tradate interessantissime in questa particolare fase di mercato. Di cosa parlo? Di una tipologia di certificato poco conosciuta e perfetta per questa fase attesa, l’express certificates.

Vediamo come funziona…
EXPRESS CERTIFICATES
L’express certificates ha delle caratteristiche particolari, le riassumo in queste condizioni prima di illustrarlo:
Express
• Il sottostante è privato dei dividendi;
• C'è un'opzione sul sottostante di copertura condizionata;
• C'è un'opzione sul sottostante che limita la possibilità di guadagno di rialzo;
• C'è un'opzione di opzioni di rimborso anticipato comprensivi dei relativi premi.

Presenti sul mercato Italiano dal 2005, gli Express Certificates sono una via di mezzo tra un investimento azionario ed uno obbligazionario, infatti si ricevono cedole fisse durante la vita del certificato (come un’obbligazione) ma il rimborso del capitale dipende da un’esposizione sul mercato azionario (equity).

La scadenza anticipata del certificates avviene se, in date prefissate (Date di Osservazione), si verificano determinate condizioni (Evento di Scadenza Anticipata); in tal caso viene rimborsato un importo prefissato all'emissione.



GIi Express Certificates si differenziano dai Cash Collect per la presenza della clausola "autocallable" che rende possibile il rimborso anticipato. Esistono diversi nomi commerciali per questo certificato, i principali sono:
  • Express,
  • EasyExpress,
  • Athena
La struttura in opzioni di un Express Certificates è composta da:
  • Un'opzione Call con strike pari a zero;
  • Un'opzione put esotica down and out con strike pari al livello iniziale del sottostante e con barriera (tipica dei Bonus Cap);
  • La vendita di un'opzione Call con prezzo di esercizio pari al prezzo iniziale del sottostante;
  • Una serie di call digitali in quantità uguale al numero delle date evento intermedie e finale. Il prezzo di esercizio è posto al livello strike e la data di scadenza coincidenti con le date di liquidazione intermedie e finale.
 
Il funzionamento è semplice, alla prima data di osservazione possono verificarsi due scenari:
 
PRIMA DATA DI RILEVAZIONE
  1. Il sottostante è salito sopra lo strike: rimborso anticipato del capitale più importo addizionale.
  2. Il sottostante è diminuito: si riceve l’importo addizionale e si prosegue alla seconda rilevazione.
Alla seconda data di osservazione:
SECONDA DATA DI RILEVAZIONE
  1. Il sottostante è salito sopra lo strike: rimborso anticipato del capitale più importo addizionale.
  2. Il sottostante è diminuito: si prosegue alla prossima rilevazione con “effetto memoria”.
Infine:
ULTIMA DATA DI RILEVAZIONE
  1. Il sottostante è salito sopra lo strike: rimborso anticipato del capitale più importo addizionale con “effetto memoria”, in questo casi c’è il cumulo di 2 rendimenti.
  2. Il sottostante è diminuito ma è sopra la barriera: viene rimborsato il capitale a 100.
  3. Il sottostante è diminuito ed è sotto la barriera: viene rimborsato un importo di rimborso pari al prezzo di emissione decurtato della performance negativa registrata dal sottostante (perdita in conto capitale).
 
 Ricapitolando
  • Caratteristiche principali degli "Express Certificates":
    Paga una cedola come un'obbligazione ma rimborsa un importo prefissato in caso di forte rialzo del sottostante.
  • Protezione dell’investimento:
    E' previsto il rimborso anticipato.
  • Sottostanti:
    Indici, azioni.
  • Durata:
    Fino a 5 anni.
  • Orizzonte temporale dell’investimento:
    Breve o medio termine.
  • Obiettivo dell’investimento:
    Alternativa all’investimento azionario e obbligazionario, possibilità di ricevere un rendimento già dal primo anno, non immobilizzare il capitale in caso di forte salita dei mercati.
  • Principali vantaggi:
    Investimento minimo molto contenuto, anche inferiore ai 100€.
    Permettono di investire anche su strumenti di difficile accesso per l'investitore privato.
Bene, un ripasso era necessario, per chi non conosce lo strumento e per chi ne ha dimenticato le caratteristiche. E quindi direte voi?

Quindi ci sono dei prodotti che hanno in “pancia” delle cedole con effetto memoria e che in caso di rialzo verranno rimborsate. Se la visione è rialzista è un prodotto molto interessante.

Date un’occhiata a DE000HV4ATK6.

Cosa vedete? E’ un EXPRESS sul titolo ENEL, si compera a 107, ha un trigger a 4,13 (3,6 punti percentuali 2016di distanza) e un rimborso a 119,5. Scade il 21 dicembre 2018 ma se alla data di rilevazione ENEL dovesse essere SOPRA il valore di Trigger verrà rimborsato a 119,5.

Attenzione però, 119,5 è il rimborso COMPRENSIVO delle eventuali cedole non pagate. Quindi se alla data della prossima rilevazione (16-12-2016) il titolo ENEL sarà SOTTO il valore di TRIGGER la cedola andrà a sommarsi al valore di rimborso, se ENEL sarà SOPRA il valore di TRIGGER (e mancano pochi punti percentuali) il rimborso darà a 119,5.

Assolutamente interessante. Anche perché la barriera del prodotto è a 2,8896, circa 28 punti percentuali sotto le quotazioni attuali che veleggiano in prossimità di quota 4 euro.

Se ENEL dovesse sentire quota 4 facendo un piccolo storno questa sarà una ghiotta occasione per ingressi in area 100-105, in ogni caso è molto interessante anche ora, al solito il lotto minimo è di 1 pezzo e il mercato di riferimento è il SEDEX.

Trovate informazioni dettagliate e prospetto informativo sul sitowww.investimenti.unicredit.it alla sezione CERTIFICATI A CAPITALE CONDIZIONATAMENTE PROTETTO sottosezione EXPRESS CERTIFICATES.

Non è l’unico express interessante, ne vedremo altri prossimamente, buona caccia!
Nel prossimo numero della rubrica vi parlerò dello STOP LOSS a tridente che qui ho solo accennato.
 
L’ANGOLO ZEN
Pagina Tradepedia Zen su Facebook: https://www.facebook.com/Lo-Zen-e-la-V ia-del-Trader-Samurai-1507943786185653/?ref=hl
 
L’angolo ZEN questa settimana viene occupato da un annuncio, l’uscita di un mio nuovo libro, IL PICCOLO LIBRO DEL TRADER che è possibile richiedere a 12 euro, spese di spedizione comprese, scrivendo a traderpedia@gmail.com
Il Piccolo Libro del Trader è finalmente disponibile. Si tratta di un libro scritto daStefano Fanton, con la prefazione di Tony Cioli Puviani, che, al pari di altri lavori dell’autore, spicca per originalità di forma e di contenuti.
 
Innanzitutto il formato. Piccolo, in formato 10x 8,88. Poi le pagine, 176, volutamente senza numeri. A seguire il contenuto, per la prima volta senza alcuna citazione presente, aspetto che ha sempre caratterizzato le precedenti produzioni. Infine la consultazione, prevista dall’autore in forma casuale, senza continuità di tempo, non è infatti un libro da leggere ma da consultare, da meditazione. Un lavoro senza dubbio originale e, paradossalmente, più Zen dello Zen e la Via del Trader Samurai.

Sono presenti molte regole, alcune apparentemente controcorrente, altre non immediatamente comprensibili, altre ancora capaci di aprire nuove e inedite riflessioni.

Un oggetto, più che un libro, da tenere sempre a portata di mano, vicino al desk operativo. Da interrogare con parsimonia quando sarà il momento, quando sarà lui a chiederlo.

Se volete richiederne una copia scrivete una mail a traderpedia@gmail.com E’ disponibile unicamente in forma cartacea.
 
 VARIE
1) Il gruppo FB che amministro, Traderpedia - Gruppo di discussione sul trading è stato creato per discutere di analisi tecnica e di questa rubrica. Iscrivetevi se volete aggiornamenti della rubrica in real time o se semplicemente volete discutere di analisi tecnica, siamo già 5.154 https://www.facebook.com/groups/traderpedia/
 
Autore: Stefano Fanton

Nessun commento:

Posta un commento