-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 6 settembre 2016

Confermata la ritrovata positività del modello di asset allocation


L'indice MIB compie l'impresa dell'anno, riuscendo a chiudere oltre lo short stop settimanale, e finalmente ripristinando l'uptrend di medio periodo. Se si eccettua la falsa rottura di ottobre scorso, è da più di un anno che Piazza Affari viveva questa condizione di negatività su base settimanale: da quando, cioè, fu appunto violato il long stop settimanale, che all'epoca si collocava a 22775 punti: sembra passata una eternità.

Il dato citato è di conforto per gli investitori, che adesso puntano ad una analoga rottura rialzista da parte del MSCI Euro. Certo, la stagionalità appare teoricamente scoraggiante, ma ci sono un paio di indizi che fanno riflettere: 1) siamo a settembre e Wall Street vanta un saldo positivo nella finestra temporale del "Sell in May...". Un risultato che, se confermato alla fine di ottobre, deporrà a deciso favore dell'andamento dei mesi successivi; 2) sempre a Wall Street, ha sorpreso il comportamento positivo dello S&P, malgrado il dato deludente sulle buste paga generate a gennaio: un sintomo di vitalità, oggettivamente. Il fatto è che le buste paga create hanno deluso le aspettative ad agosto per tutti gli ultimi cinque anni, per cui la release doveva essere davvero deprimente per impattare negativamente sul mercato. 

Nel frattempo, mentre i fondi comuni azionari fanno registrare in Europa un deflusso per la trentesima settimana consecutiva (un record), che denuncia il sentiment di scetticismo che contraddistingue gli investitori; in termini "total return" l'Eurostoxx50 ha finalmente ragione della resistenza che per ben quattro volte negli ultimi sei mesi ha contenuto le ambizioni delle borse continentali: un altro buon segno che conferma l'incremento di esposizione azionaria, deciso all'inizio del mese dal nostro modello di asset allocation.


Gaetano Evangelista
www.ageitalia.net

Nessun commento:

Posta un commento