-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 29 settembre 2016

Azione della settimana: Deutsche Bank


Deutsche Bank è l'azione più calda della settimana, anche se non per buone ragioni. Mentre il prezzo ha raggiunto il minimo storico solo recentemente, i problemi sono nati molto tempo fa'. La situazione è allarmante perchè l'istituzioneha importanza sistemica nel sistema finanziario mondiale.
Diamo uno sguardo più profondo all'origine della crisi e vediamo cosa pensa il mercato dell'attuale prezzo dell'azione.
Secondo l'IMF, Deutsche è il maggior rischio per la stabilità finanziaria.
Prima di tutto osserviamo il posto della Banca nel sistema finanziario globale.

Se l'IMF dice che è il rischio singolo più influente per il sistema finanziario globale ci dev'essere qualcosa sotto. Attenzione solamente a quante istituzioni finanziarie hanno esposizione a Deutsche, e queste sono solo banche. Vista l'importanza del settore investimenti per Deutsche anche moldi Hedge Fund sono coinvolti.
Sappiamo fin troppo bene quello che successe con Lehman, la sfiducia è piombata sui mercati bloccandoli completamente (nessuno sapeva la reale propria esposizione a Lehman). Questo potrebbe facilmente accadere nuovamentenonostante la liquidità fornita dalle banche centrali.
Comunque ciò che è estremamente pericoloso per i mercati attualmente è una carta jolly per la Deutshe.

Secondo noi, Deutshe è "too big to fall" sia per la BCE che per il governo tedesco, questo comunque non vuol dire che gli azionisti possano vedere ancora più rosso.
I problemi di Deutsche bank sono stati causati da 3 fattori correlati:
  • esagerata importanza al settore investimenti non riconoscendo il cambio della realtà (regole più stringenti dai regolatori per esemopio);
  • errori in molti campi dove storicamente si è fatto bene ma che protratti per troppo tempo ora genereranno perdite;
  • bassi tassi d'interessi.
L'anno scorso Deutsche è stata trovata colpevole di manipulare il LIBOR, inoltre negli USA è stata accusata di fare affari con entità in black list.
La banca ha chiuso il 2015 con la perdita record di 6.8 Miliardi di Euro.
Il nuovo CEO, John Cryan, era stato assunto per far ricrescere la fiducia nella banca.

Non ha perso tempo ed ha tagliato molti rami morti, 9000 impiegati, cacciando clienti e vendendo assets. Inoltre la banca ha chiuso il 2015 con la perdita di 6.8 B di euro soprattutto per i bassi ricavi dal trading sui bond.
I Junior Bonds ad ampio sconto, mostrando la sfiduicia nella banc.
Fonte: Bloomberg 
Nuovi problemi sono arrivati in Febbraio quando sono arrivati rumors su un default sui suoi junior bonds. I CoCo Bonds crollano, ma la banca smentisce i rumors ricomprandone una parte per mostrare solidità. I problemi si rifiutano di scomparire. Brexit è un altro problema, 19% degli utili provengono dalla City.

Come se non bastasse, la banca fallisce gli stress test condotti dalla Fed, ossia secondo la Fed la banca non sopravviverebbe ad un evento di mercato avverso se non ricapitalizza. Le agenzie di rating non perdono tempo, e la spirale ribassita continua.
Anche dopo la vendita di Abbey Life, il Tier1 sarà il più basso tra i competitors.
L'ultimo shock arriva quando il Dipartimento di Giustizia degli USA propone patteggiamento per l'accusa sui misfatti nei subprime a 14 Miliardi di dollari, molto più delle attese della banca (2-3 miliardi) e molto al di sopra delle scorte per i patteggiamenti (5.5miliardi di eur).

Nonostante la banca sia convinta che la multa finale sarà molti più bassa, gli investitori temono che sia necessaria unaricapitalizzazione mettendo ancor più pressione al prezzo dell'azione che cade quasi sotto i 10€.
C'è qualche chance per deutsche? Prima gli invesitori dovranno vedere che il business torni profittevole.
Ci vorrà un po'. Attenzione  ai risultati del Q3 il 27 Ottobre per le ultime linee guida. La banca continua a vendere assets per aumentare i ratios di capitale. La vendita di Abbey Life per oltre 1 miliardo di euro alzerà il Tier1 di 10 punti base (abbastanza per ora, ma comunque molto basso).
Finchè non vedremo tornare la profittabilità o una mega riduzione sul patteggiamento con gli USA, l'azone rimarrà sotto pressione.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento