-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 9 settembre 2016

Altro test nucleare per la Nord Corea. Ma fa davvero paura?


C'è chi festeggia un anniversario con una torta e chi invece, volendo esagerare, con dei fuochi artificiali, Kim Jong-un, presidente-dittatore della Nord Corea, ha voluto invece festeggiare il 68esimo anniversario della nascita della Repubblica (?) Democratica (??) di Corea con l'esplosione di un ordigno nucleare.

Il lancio e i suoi precedenti

Si tratta del quinto, per la precisione e, volendo essere ancora più specifici, il più potente, tanto da riuscire a far registrare una scossa sismica pari a 5,3 gradi della scala Richter nel sito nucleare Punggye-ri nel nordest del Paese.

Provocazione o meno che sia, resta il fatto che il progresso, lento ma costante, delle conoscenze tecniche sull'argomento, da parte di Pyongyang stanno aumentando. E non solo sul lato del nucleare:dal 2011, anno in cui il dittatore è salito al potere, oltre ai test nucleari del 2013 e del 2016, la nazione è stata in grado di mettere in orbita anche de satelliti che, secondo alcune osservazioni, potrebbero avere al loro interno missili intercontinentali camuffati.
Tutto questo, ovviamente, con grande preoccupazione dei vicini di casa più prossimi ai confini coreani e, ovviamente tra questi, la Sud Corea.

MA anche il Giappone non rimane indifferente alle dimostrazioni di forza della Nord Corea e l'avvenimento arriva a far scomodare persino il primo ministro nipponico Shinzo Abe impensierito da quanto riferiscono fonti di stampa e cioè che questa volta il dittatore pare sia riuscito ad ottenere testate in grado di essere montate su missili balistici strategici.

I veri problemi del paese

Al coro di condanne si uniscono, oltre a Russia e Stati Uniti, anche la Cina.
A quanto pare a poco sono servite le sanzioni e le condanne ufficiali dell'Onu. La sequenza di esperimenti con le armi nucleari è una lunga sequenza che parte dal 2006 e che continua nel 2009, 2013 e annovera nella lista anche due esplosioni nel 2016
Attualmente, se fosse un paese normale, la Corea del Nord dovrebbe preoccuparsi più che altro per i danni ingentissimi creati dal passaggio del tifone Lionrock, il quale ha allagato completamente i campi distruggendo il già misero raccolto che da tempo caratterizza la produzione agricola della nazione, afflitta da anni da una grave carestia. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento